Napoli, tragedia nel cantiere di via Marina: clochard ucciso da un camion

229
Napoli, tragedia nel cantiere di via Marina: clochard ucciso da un camion

Via Marina: un 34enne senza fissa dimora è stato travolto e ucciso da un camion in retromarcia nell’area in prossimità del Parco della Marinella.

Tragedia a Napoli, dove ieri pomeriggio un clochard è morto dopo essere stato travolto da un camion in retromarcia nel cantiere di via Marina, con il mezzo che stava effettuando una manovra nel corso dei lavori stradali.

Il fatto è accaduto in via Amerigo Vespucci, nell’area che si trova in prossimità del Parco della Marinella, frequentata da clochard ed immigrati. Hassane Kailou (34enne di origini nigeriane) è deceduto all’istante per la gravità delle ferite riportate.Napoli, tragedia nel cantiere di via Marina: clochard ucciso da un camion Come riportato da “Il Mattino”, l’uomo era in Italia da circa 3 anni e viveva nell’adiacente baraccopoli della Marinella, mai debellata nonostante gli sgomberi del mese scorso. Hassane è stato investito e ucciso alle ore 16,30, mentre attraversava la pista asfaltata, area di cantiere.

Sul posto è giunta un’ambulanza del 118, che non ha potuto far altro che constatare il decesso dell’uomo, il quale aveva riportato ferite gravissime alla testa. Presenti anche i Carabinieri per ricostruire la dinamica della tragedia, agenti della Municipale e vigili del fuoco, chiamati ad estrarre il corpo della vittima rimasto incastrato sotto le ruote del camion.