Operazione Strade Sicure: Ecco come lʼesercito sorveglia Milano

2448
Lavoro, Esercito Italiano: aperto il bando per 8000 volontari

Pattuglie appiedate e sui mezzi per un controllo capillare del territorio: tecniche militari e fucili mitragliatori contro eventuali attacchi terroristici. 

A piedi o sulle jeep, con tecniche militari o con i fucili mitragliatori: così i militari impegnati a Milano nell’operazione Strade Sicure controllano il territorio e lo proteggono da eventuali attacchi terroristici. NewsMediaset ha trascorso una notte con l’esercito che monitora i punti più sensibili del capoluogo lombardo, da Piazza Duomo alla Stazione Centrale. Guarda il reportage pubblicato su Tgcom24 ( http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/lombardia/dal-duomo-alla-stazione-centrale-la-notte-dell-esercito-che-sorveglia-milano_3100741-201702a.shtml ) realizzato fianco a fianco con gli uomini in divisa che garantiscono ai milanesi sonni tranquilli.

esercitoL’Operazione “Strade Sicure”, avviata il 4 agosto 2008, vede i militari dell’Esercito impiegati in ambito nazionale, in concorso e congiuntamente alle Forze di Polizia, per il presidio del territorio e delle principali aree metropolitane e la sorveglianza dei punti sensibili.

Attualmente, circa 7.000 uomini e donne dell’Esercito sono impiegati in 48 località distribuite su tutto il territorio nazionale, con oltre 1100 mezzi.

Dall’inizio dell’Operazione i soldati hanno garantito costantemente il proprio apporto alla sicurezza della popolazione, contribuendo all’arresto di oltre 15.500 persone di cui 280 dall’inizio dell’anno, controllando e identificando quasi 2.930.000 individui (circa 290.000 solo quest’anno) e sequestrando oltre 2,2 tonnellate di sostanze stupefacenti (oltre 30 kg nell’anno corrente). esercito

Dati concreti che si aggiungono all’“effetto deterrenza” che la presenza dei militari esercita sulla microcriminalità.

Anche a Napoli sono presenti in tutti i posti strategici della città. Primo su tutti la Stazione Garibaldi dove in questi giorni sono molto attivi e svolgono operazioni di pattugliamento in collaborazione con la Polizia di Stato per controllo e blocco di operazioni illecite.

Le cronache spesso riportano notizie in cui l’Esercito è intervenuto per bloccare borseggiatori e anche un immigrato che molestava una ragazza. Insomma è sempre più proficua la collaborazione tra l’Esercito e la Polizia Ferroviaria di Napoli, impegnati nell’Operazione “Strade Sicure” anche in ambito ferroviario, a tutela della sicurezza dei trasporti dei viaggiatori.