Gragnano, tenta di strangolare la moglie: arrestato un 27enne

220
Secondigliano, pugni e morsi a sorella disabile: in carcere un 41enne

Cronaca di Napoli: tragedia sfiorata a Gragnano, con l’intervento della sorella della donna che ha evitato il peggio.

Un altro caso di violenza sulle donne, stavolta proveniente da Gragnano. Marito e moglie, 27 e 23 anni, avevano litigato davanti ai loro bimbi per la gelosia di lui. Nell’impeto della rabbia, il ragazzo ha afferrato la consorte e l’ha trascinata in bagno; ha chiuso la porta e le ha stretto le mani al collo mettendone in serio pericolo la vita.

Per fortuna le urla della ragazza sono state avvertite dalla sorella, in quel momento nel proprio appartamento, che è corsa giù, è entrata in casa ed ha rotto la porta vetri del bagno: è quindi riuscita a separare i due ed a salvare la sorella, anche perché il marito ha mollato la presa dopo essere rimasto ferito dai vetri rotti.Gragnano, tenta di strangolare la moglie: arrestato un 27enne L’uomo a quel punto si è dileguato e stava lasciando il palazzo quando è stato fermato dai Carabinieri, chiamati nel frattempo da uno dei piccoli della famiglia che dopo aver sentito le urla, anche se non sapeva cosa fosse successo, non ha avuto esitazioni ed ha chiamato il 112.

Il 27enne è stato quindi condotto in caserma, dove è stata anche raccolta la denuncia della vittima che, nonostante subisse violenze da quattro anni, non aveva mai denunciato.

La ragazza è stata affidata ai medici dell’ospedale che l’hanno assistita per le escoriazioni e lo stato di ansia di cui era preda. L’arrestato, che risponderà di maltrattamenti in famiglia e lesioni, è stato tradotto in carcere.