Caivano, 17enne muore in piscina mentre si allena

42401
Pallanuoto. La Canottieri Napoli domani a Palermo (ore 18) con il Telimar

Il mondo del nuoto è sotto choc. Mario Riccio era tesserato con la società Acquachiara di Pomigliano D’Arco. Franco Porzio: “Una tragedia immane”.

Mario Riccio, 17 anni, è morto durante gli allenamenti. La tragedia è avvenuta ieri pomeriggio in una delle vasche della piscina di Caivano lasciando sotto choc i compagni presenti per gli allenamenti. Mario era di Casalnuovo, ha avuto un malore mentre si allenava. I soccorsi sono arrivati subito e i medici del 118 hanno praticato il massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca. Gli è stato applicato anche il defibrillatore ma è stato tutto inutile. Il cuore ha cessato di battere.

«Una tragedia immane» ha dichiarato Franco Porzio, ex pallanuotista nazionale e presidente della società Acquachiara di Pomigliano d’Arco per la quale era tesserato Mario Riccio, il 17 anni di Casalnuovo che ha avuto un malore mentre si allenava ed è morto in piscina. «Mario, da quello che mi hanno raccontato, era un ragazzo serio e volenteroso, si impegnava negli allenamenti e gli stessi erano commisurati al suo fisico. So anche che i soccorsi sono stati immediati» ha concluso emozionato Porzio.

La salma, su disposizione del pubblico ministero Rossana Esposito della Procura di Napoli Nord è stata posta sotto sequestro. I carabinieri hanno aperto un’indagine.