Maddaloni, baby gang picchia e sequestra un uomo dopo averlo adescato su internet

206
Maddaloni, baby gang picchia e sequestra un uomo dopo averlo adescato

Tre minorenni, tutti di Maddaloni, hanno prima adescato un 32enne su un sito di incontri on line, poi lo hanno condotto in un luogo isolato, colpito ripetutamente con calci e pugni e chiuso nel bagagliaio della propria auto.

Maddaloni | Dopo aver adescato la vittima su un sito di incontri on line, l’hanno condotto in un luogo isolato, colpito ripetutamente con calci e pugni alla schiena e poi chiuso nel bagagliaio della propria auto portandogli via cellulare, denaro e una Postepay. Tre i minorenni, tutti di Maddaloni (Caserta) destinatari di un’ordinanza di custodia cautelare in un istituto di pena minorile, ritenuti responsabili di rapina e sequestro di persona nei confronti di un 32enne di Nocera Inferiore (Salerno), fatti avvenuti il 17 dicembre scorso.

A eseguire i provvedimenti restrittivi, i carabinieri di Caserta su mandato del gip del tribunale per i Minorenni di Napoli. Gli indagati hanno: 15, 16 e 17 anni. I tre giovanissimi, in concorso tra loro, con uno stratagemma convinsero la vittima a recarsi in un posto solitario e “con violenza gratuita, crudeltà disumana e privazione della libertà personale” – così come scrive il gip nell’ordinanza – lo picchiarono e lo chiusero in auto rubandogli telefono, una stecca da biliardo del valore di 400 euro, 60 euro in contanti e una carta Postepay con la quale, ottenuto anche il codice pin, effettuarono un prelievo di 520 euro presso un ufficio postale.

L’indagine, avviata dopo la denuncia della vittima, ha portato all’individuazione dei responsabili anche grazie ai fotogrammi estrapolati dai filmati del sistema di videosorveglianza nei pressi del bancomat postale. Gli arrestati sono stati accompagnati presso gli istituti di pena minorile di Airola (Benevento) e Nisida (Napoli).