Cronaca Caserta, Succivo: maestra aggredita per un rimprovero

1272
Cronaca Caserta, Succivo: maestra aggredita per un rimprovero

Succivo: la madre di una bimba di 4 anni ha aggredito una docente dell’istituto comprensivo “Edmondo De Amicis”.

Ennesimo episodio di violenza ai danni di una docente. Anche in questo caso i fatti si sono svolti in provincia di Caserta, come accaduto a Franca Di Blasio, la prof di lettere sfregiata al volto da un alunno dopo la richiesta di un’interrogazione. Vittima di un’aggressione è questa volta una maestra dell’istituto comprensivo “Edmondo De Amicis” di Succivo, picchiata brutalmente dalla madre di una bimba di 4 anni a causa di un rimprovero ricevuto dalla piccola. La docente, R.B., 35 anni, alla presenza di altri genitori e di diversi piccoli alunni, è stata sbattuta con la testa contro la parete per diverse volte. Inizialmente, all’uscita dalla scuola era stato il padre della bambina a inveire verbalmente contro l’insegnante della figlia, la quale piangeva perché la maestra le aveva fatto notare, mentre i bambini stavano facendo degli esercizi di scrittura, cosa dovesse fare. Messo alla porta, l’uomo ha raccontato quanto avvenuto alla moglie. Quest’ultima è entrata nei locali della scuola e si è letteralmente scagliata sulla docente, il tutto sotto gli occhi di due mamme e di tutti gli alunni presenti in aula. La maestra è riuscita a scappare via dalla classe, inseguita dalla madre della bimba, che ha continuato a insultarla a lungo. Sul posto è stato costretto ad intervenire il personale del 118, mentre nella notte, visto il permanere del dolore alla testa, la donna si poi è rivolta ai sanitari del pronto soccorso dell’ospedale “San Giuseppe Moscati” di Aversa, i quali hanno fortunatamente escluso conseguenze più gravi. Le colleghe della vittima sono comunque in apprensione, perché la docente potrebbe essere incinta e l’aggressione potrebbe aver causato danni. La scuola ha successivamente sporto denuncia contro la donna protagonista dell’increscioso gesto, ennesimo capitolo delle aggressioni ai docenti.