Camorra, Nicola Schiavone: “Finanziai con 150mila euro l’Hyppo Kampos”

139
Camorra, Nicola Schiavone: “Finanziai con 150mila euro l’Hyppo Kampos”

Nicola Schiavone: il figlio pentito del boss dei Casalesi Francesco (detto “Sandokan”) ha svelato ai giudici i finanziamenti per il resort di Castel Volturno.

Le mani dei Casalesi sullo Hyppo Kampos di Castel Volturno, uno dei più celebri resort di lusso in Italia. A svelare tale business della Camorra è stato il pentito Nicola Schiavone, il quale è figlio del boss Francesco detto “Sandokan”.

Schiavone ha infatti rilasciato alcune importanti dichiarazioni ai giudici della sezione Misure di Prevenzione del tribunale di Santa Maria Capua Vetere. Proprio lui ha finanziato l’Hyppo Kampos: “Finanziai con 150mila euro l’Hyppo Kampos Lodge Resort di Castel Volturno. Il denaro? Lo facevo recapitare a Sergio Pagnozzi, titolare del resort, attraverso l’avvocato Luca Martinelli”.

Il figlio di “Sandokan” ha fatto capire che il più grande complesso turistico della Campania era in parte suo: “Precisamente, ero proprietario di fatto del 10% delle quote dell’Hyppo Kampos”.

Come riportato da “Il Mattino”, le dichiarazioni rese da Nicola Schiavone potrebbero dunque far svanire qualsiasi speranza di vedere il resort restituito al legittimo proprietario: l’ultima parola resta quella dei giudici. In discussione, ci sono i sigilli della Dda di Napoli sui beni “occulti” del clan dei casalesi, riconducibili al primogenito di “Sandokan”.