lunedì, Luglio 22, 2024

Turismo accessibile a tutti. La guida on-line 2017 a “Una Radio per un Aiuto”

- Advertisement -

Notizie più lette

Redazione
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

I temi trattati nella scorsa puntata a “Una radio per un aiuto” sono stati: Turismo accessibile con la guida 2017, appello malato di SLA cerca badante, conferenza sulla talassemia, congresso sulle malattie orfane, evento per aiutare piccolo Christian, prova gratuita di difesa personale, poesia vincitrice Mini-Concorso, presentazione libro di Anna Maria de Micco “Caterina e il Dio del vento”, corso per cinofili, cercasi volontari per bimbi malati di Sma, endometriosi se ne parla a Livorno. Sondaggi

dora-1di Dora Millaci – Tra i temi trattati in radio nella scorsa puntata abbiamo pensato di parlare in maniera più approfondita del turismo accessibile a tutti e della nuova guida on-line 2017. In Italia è stata istituita la Commissione per la promozione e il sostegno del Turismo Accessibile, nata dall’esigenza di mettere ogni persona con i suoi bisogni al centro del sistema turistico. Il turismo accessibile è la massima espressione di questo obiettivo di civiltà e rappresenta anche una indubbia attrattiva per riportare in alto l’immagine del turismo che sia italiano o di tutto il mondo. Per questo motivo l’Italia ha sviluppato la Carta dei diritti del turista. Purtroppo ancora oggi ci sono tanti ostacoli da superare, ma con l’aiuto di tutti e con buona volontà, si potrà arrivare al raggiungimento di buoni risultati.

Che cosa significa in pratica un turismo accessibile a tutti?

Significa l’assenza di barriere architettoniche, culturali e sensoriali, ed è la condizione indispensabile per consentire la fruizione del patrimonio turistico. Inoltre è un’insieme di strutture e servizi messi a disposizione di persone con disabilità o bisogni speciali in modo che possano godere della possibilità di viaggiare, alloggiare e prendere parte ad eventi senza incontrare problematiche o difficoltà in condizioni di autonomia, ma anche di sicurezza e confort.

L’obiettivo principale nel realizzare un portale o una guida che sia on-line o cartacea sta nel creare una rete di informazioni, mezzi, alloggi, ristoranti e mete culturali che possono essere accessibili a una delle tipologie di clienti che rappresentano la domanda.

Fare turismo accessibile significa dunque offrire a persone con bisogni speciali e alle loro famiglie autonomia nel viaggiare attraverso il collegamento tra vari servizi, garantendo l’affidabilità dell’informazione sulle strutture e sui percorsi che consentano a ciascuna persona di valutare autonomamente il livello di rispondenza della struttura alle proprie esigenze.

Tra le varie guide che possiamo trovare su internet c’è la II edizione della Lonely Planet (2017) che è consultabile gratuitamente e raccoglie i maggiori siti di istituzioni, associazioni e tour-operators che si impegnano per garantire, nel mondo, un turismo for all.

La guida è in lingua inglese e con questa è possibile avere una prima panoramica delle risorse che si possono avere a disposizione in molti Stati del mondo.

Per maggiori informazione scrivere alla mail: travelforall@lonelyplanet.com.au

SAPRE – L’associazione di Tommaso Boneschi Onlus

Nata nel 2011 per volontà dei genitori del piccolo Tommaso Boneschi, deceduto in seguito ad una forma molto grave di atrofia muscolare spinale. L’associazione ad oggi ha circa centoventi tra soci ordinari e sostenitori.

La mission della onlus si rivolge in primis al sostegno delle famiglie che hanno al loro interno bimbi affetti da sma. Le loro attività, si svolgono in collaborazione con il centro SAPRE (settore abilitazione precoce dei genitori) che fa parte del policlinico di Milano.

Il Sapre dedica particolare attenzione alla messa in atto di strategie integrate rivolte ai genitori dei bimbi malati che consentano di minimizzare il ricorso alle strutture ospedaliere che, se ripetuto e prolungato, ha sui bambini un impatto fortemente negativo sullo sviluppo e sulla qualità della vita. Il rischio infatti è che questi bambini trascorrano l’intera vita in un reparto di terapia intensiva mentre grazie al supporto del Sapre diviene possibile vivere la malattia e la quotidianità a casa.

La mission del SAPRE è: insegnare ai genitori di un bimbo affetto da patologia invalidante   a sviluppare le abilità necessarie a gestire le mansioni ordinarie e straordinarie della vita quotidiana;

Tra le varie attività c’è quella annuale che si chiama “Mio figlio ha una 4 ruote“. Si tratta di uno stage residenziale teorico e pratico di formazione, in programma nel 2017 dal 18 al 25 giugno a Lignano Sabbiadoro, rivolto a familiari e amici di bambini e ragazzi affetti da malattie neuromuscolari, che siano in grado di condurre la carrozzina manuale o elettronica.

In questo momento stanno cercando volontari proprio per lo stage.

Se interessati a saperne di più potete contattare Matteo Tuana Franguel a questa mail: sapreventi@gmail.com

Oppure andate sul sito: www.associazionetommasoboneschionlus.it

Per ascoltare gli altri temi trattati nella puntata, collegarsi al link:

http://www.spreaker.com/user/dora

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie