27-09-20 | 03:19

Torre Annunziata, incendiano l’auto di una donna per non farle denunciare la rapina: 2 arresti – I NOMI

Cronaca di Napoli Torre Annunziata, incendiano l'auto di una donna per non farle denunciare la...
- Advertisement -

Notizie più lette

Ampio successo per il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile

Torna al successo il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile. Battuto 4-0 il Nebrodi, riparte la corsa al quarto posto. Torna al successo il Napoli Carpisa...

Caivano, 17enne muore in piscina mentre si allena

Il mondo del nuoto è sotto choc. Mario Riccio era tesserato con la società Acquachiara di Pomigliano D'Arco. Franco Porzio: "Una tragedia immane". Mario Riccio,...

Torino, la moglie lo allontana: lui va in auto e si dà fuoco

Ultime notizie di cronaca italiana. Dopo aver litigato con la moglie si è rinchiuso nella sua auto e ha appiccato le fiamme alla vettura. La...

Coronavirus, Santobono: Morta bambina di 8 anni affetta da leucemia

Ospedale Santobono: I medici sono in attesa di fare il tampone per verificare il sospetto contagio da coronavirus per ora non confermato. I familiari...
Francesco Monacohttps://www.2anews.it
Francesco Monaco, giornalista pubblicista. Esperienza dalla carta stampata a internet, radio e tv. Scrittore, il suo primo romanzo: 'Baciami prima di andare'.

In carcere a Torre Annunziata sono finiti due fratelli accusati di aver prima compiuto una rapina ai danni di una donna, per poi bruciarle l’auto per convincerla a non denunciarli.

Prima l’hanno rapinata e poi, per non farsi denunciare, le hanno incendiato l’auto. Due fratelli arrestati a Torre Annunziata, nel Napoletano. I carabinieri della locale Compagnia hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip del tribunale oplontino, nei confronti di Gianluca e Antonio Villani, di 31 e 42 anni, ritenuti responsabili di rapina, lesioni e incendio.

L’indagine, coordinata dalla procura della Repubblica di Torre Annunziata, è stata avviata dopo le denunce sporte da una donna 44enne che, lo scorso dicembre, dopo aver subito la rapina della borsa da parte di due giovani in sella a un motoveicolo Piaggio Beverly con targa bulgara, subì dopo pochi giorni anche l’incendio doloso della sua auto Fiat Punto in via IV Novembre. Un incendio di grandi proporzioni che interessò altre due vetture e una pizzeria e che, solo grazie al pronto intervento delle forze dell’ordine, non si propagò alle abitazioni circostanti.

Le attività investigative hanno permesso di accertare che Gianluca Villani era stato uno degli autori della rapina: aveva noleggiato il motociclo Piaggio e ne era stato l’unico utilizzatore; il fratello è stato incastrato dalle immagini di videosorveglianza. Era stato lui ad appiccare l’incendio alla vettura, verosimilmente per impedire alla donna, che aveva riconosciuto i suoi aggressori, di rivolgersi alle forze dell’ordine per denunciare il fratello. I due sono finiti in carcere.

- Advertisement -

Ultime Notizie

Coronavirus in Campania, i dati del 25 settembre: 274 nuovi positivi

Coronavirus in Campania: il bollettino di ieri 25 settembre dell'unità di Crisi regionale riporta 274 nuovi positivi su 6.104 tamponi effettuati. Ancora in crescita la...

Perin positivo al Covid, Napoli-Genoa rinviata alle 18

Si attenderà l'arrivo dei risultati dei tamponi alla squadra di Maran prima della partenza per il capoluogo campano. Partenza per Napoli rinviata per il Genoa...

Maltempo, prorogata e innalzata l’allerta meteo in Campania

L'allerta meteo in Campania è stata prorogata dalla Protezione civile regionale di ulteriori 24 ore. La Protezione civile della Regione ha prorogato di ulteriori 24...

Ponticelli: denunciati parcheggiatori abusivi che percepivano il “reddito di cittadinanza”

Ponticelli: due svolgevano stabilmente l’attività di parcheggiatore abusivo nelle strade adiacenti l’ospedale “Villa Betania”, l’Ospedale del Mare e il mercato rionale di via Malibran. Gli...

Portici: Badante ruba i gioielli all’anziana che assisteva

Portici: I Carabinieri della Stazione di Portici hanno denunciato per furto aggravato una 41enne di origine romena. Una 85enne del posto, bisognosa di continua assistenza,...