giovedì, Maggio 6, 2021

Suoni contro muri: Renzo Arbore, Gianni Conte e Lello Esposito aprono la rassegna

- Advertisement -

Notizie più lette

Suoni contro muri: Renzo Arbore, Gianni Conte e Lello Esposito aprono la rassegna
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Suoni contro muri: da oggi (mercoledì 10 marzo, ore 19) il primo dei sei eventi di musica e arte in streaming della rassegna del Trianon Viviani (ideata da Marisa Laurito in collaborazione col museo Madre).

- Advertisement -

Lo showman Renzo Arbore, il cantante Gianni Conte e lo scultore e pittore Lello Esposito inaugurano domani, mercoledì 10 marzo, alle 19, Suoni contro muri, la nuova rassegna in streaming del Trianon Viviani che vede l’incontro tra la musica e l’arte, ideata da Marisa Laurito, direttore artistico del teatro della Canzone napoletana, in collaborazione col museo Madre.

Come recita il sottotitolo – «6 testimonial per 6 musicisti accompagnati da 6 artisti di arte contemporanea in 6 concerti» –, il teatro pubblico di Forcella ha programmato sei concerti di musicisti partenopei, che interpretano le canzoni partenopee di ieri e di oggi, ognuno dei quali presentato da un noto musicista o scrittore, ai quali si associa il lavoro di un artista selezionato dal museo Madre.Suoni contro muri: Renzo Arbore, Gianni Conte e Lello Esposito aprono la rassegna Il primo appuntamento vede Gianni Conte nel concerto Conte… un piano per Napoli. In questo recital, l’artista esprime tutta la sua grande passione per Napoli e per le sue melodie più emozionanti. Una passione profonda che l’artista condivide con il pubblico attraverso la sua voce potente e profonda, accompagnato semplicemente da un pianoforte, o anche dalla fisarmonica di Alfredo Di Martino. Il suo è un racconto che non ha bisogno di parole narranti. La musica, l’espressione e l’atmosfera di disincanto fanno da “Cicerone” in un mondo che pare di fantasia, ma, in realtà, rappresenta il mondo reale e nobile della canzone napoletana.

Renzo Arbore ci racconta questo musicista: «Gianni Conte è un cantante di voce, cioè ha una bella, potente, intonata e coinvolgente voce. Dei tanti cantanti di voce che ho sentito, alcuni non tengono conto di una cosa alla quale Gianni Conte tiene invece moltissimo: l’espressione. Dice una vecchia canzone napoletana: “Ogne canzone tene ‘o riturnello, | ca è comme fosse ‘o pierno ‘e ogne canzone… | e, ca pe’ tanto è chiù azzeccuso e bello, | pe’ quanto chiù se ‘ntreccia ‘e ‘spressione” (Canzone a Chiarastella, di Salvatore Di Giacomo e Rodolfo Falvo). L’espressione è la cifra dello stile di Gianni Conte: pensare intensamente a quello che sta cantando e a chi sta cantando. Infatti io, quando lo sento innumerevoli volte con la mia Orchestra italiana, mi meraviglio sempre per come sta cantando in maniera diversa, commossa e sentita la sua canzone».Suoni contro muri: Renzo Arbore, Gianni Conte e Lello Esposito aprono la rassegna Questo recital di canzoni, dalla fine dell’Ottocento ai giorni nostri, è accompagnato dalle opere di Lello Esposito, che lavora sul rapporto tra arte contemporanea e tradizione, attraverso la riflessione e la rielaborazione artistica dei simboli dell’immaginario culturale partenopeo. Il recital di Gianni Conte andrà in replica venerdì 12 marzo, alle ore 16, e martedì 16 marzo, alle ore 18.

Conte… un piano per Napoli: ecco i brani del concerto

  • Nuttata ‘e sentimento (Alessandro Cassese – Giuseppe Capolongo);
  • Marechiare (Salvatore Di Giacomo – Francesco Paolo Tosti);
  • Don Raffae’ (Fabrizio De Andrè);
  • Tutta pe’ me (Francesco Fiore – Gaetano Lama):
  • Scapricciatiello (Pacifico Vento – Ferdinando Albano);
  • Canzone appassiunata (E.A. Mario);
  • Dicitencello vuje (Enzo Fusco – Rodolfo Falvo);
  • Core napulitano (Umberto Martucci – Luigi Ricciardi);
  • Guapparia (Libero Bovio – Rodolfo Falvo);
  • Tu vuo fa’ l’americano (Nisa – Renato Carosone);
  • Filume’ (Attilio Stellato – Gianni Conte);
  • I’ te vurria vasa’ (Vincenzo Russo – Eduardo Di Capua, Alfredo Mazzucchi);
  • Cu me (Enzo Gragnaniello);
  • Napul’è (Pino Daniele);
  • Simmo ‘e Napule… paisà… (Peppino Fiorelli – Nicola Valente).

I concerti di Suoni contro muri saranno trasmessi in streaming sul sito e i canali social del teatro Trianon Viviani – il teatro della Canzone napoletana, teatrotrianon.org, e condivisi sul sito di Cultura Campania – ecosistema digitale per la Cultura cultura.regione.campania.it e i canali social di museo Madre e Scabec. Programmazione: mercoledì, ore 19; in replica venerdì, ore 16, e martedì, ore 18.

La regia televisiva dei concerti è di Maurizio Palumbo, il coordinamento generale di Giovanni Pinto. La rassegna si avvale del sostegno del Programma operativo complementare della Regione Campania (Poc 2014-2020). Sponsoring di Enel. Patrocinio di Rai Campania. Partner tecnico ProgettoPiano di Alberto Napolitano. Collaborazione di Essenzialmente Laura.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie