30-11-20 | 01:51

Sorrento, De Luca intervistato da Vespa: “Ho difeso la Campania dal Covid” (VIDEO)

Home Attualità Sorrento, De Luca intervistato da Vespa: “Ho difeso la Campania dal Covid”...
- Advertisement -

Notizie più lette

Ampio successo per il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile

Torna al successo il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile. Battuto 4-0 il Nebrodi, riparte la corsa al quarto posto. Torna al successo il Napoli Carpisa...

Torino, la moglie lo allontana: lui va in auto e si dà fuoco

Ultime notizie di cronaca italiana. Dopo aver litigato con la moglie si è rinchiuso nella sua auto e ha appiccato le fiamme alla vettura. La...

Coronavirus a Caserta, buone notizie: sono in netto aumento i guariti

Coronavirus a Caserta: in aumento il numero di guariti dal Covid 19 (una ventina negli ultimi giorni). Buone notizie sull’emergenza Coronavirus nel Casertano, dove sono...

Ultime Notizie: Bacoli, è polemica sui rifiuti trasferiti in area di sosta

Ultime Notizie Fa discutere a Bacoli la procedura di trasferimento dei rifiuti eseguita in città, in un'area di sosta pubblica. L’attivista Nestore Antonio Sabatano, presidente...
55f753ac4fd0bf9dc9150b50d12da632?s=120&d=mm&r=g
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Regione Campania: intervistato da Bruno Vespa all’assemblea Alis (Associazione Logistica dell’Intermodalità Sostenibile), il governatore Vincenzo De Luca ha ripercorso l’emergenza Covid 19.

Il governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, è intervenuto a Sorrento in occasione del congresso Alis (Associazione Logistica dell’Intermodalità Sostenibile). Intervistato da Bruno Vespa, il numero uno di Palazzo Santa Lucia ha ripercorso l’emergenza Covid 19 in Campania: “Abbiamo anticipato di 20 giorni le misure prese poi dal governo. Ci ricordiamo alcune frasi come “Milano non si ferma, ‘Bergamo non si ferma”. Un segretario di partito (Nicola Zingaretti del Pd, ndr) che è anche un mio amico è andato a fare un brindisi, ma siccome Dio c’è ha beccato il Covid”.

Non gli ho fatto il malocchio – aggiunge De Luca – mi sono solo difeso con le unghie e con i denti, per esempio rispetto al rientro dalla Lombardia di nostri concittadini. Abbiamo anticipato le decisioni prese dal Nord con grande ritardo, il 22 febbraio abbiamo bloccato le gite scolastiche, poi chiuso i locali della movida, chiuso tutto subito”.

https://www.facebook.com/vincenzodeluca.it/videos/1058853331196300/

Il governatore della Campania sottolinea ancora una volta che “abbiamo tenuto conto di tutti i rischi e credo che abbiamo fatto un miracolo doppio perché, anche se non se ne parla, la Regione Campania è quella che riceve meno di tutte le regioni d’Italia come riparto del fondo sanitario nazionale. Quindici anni fa si decise di ripartire i fondi sulla base dell’età media e della deprivazione sociale sui dati di reddito medio, e ambiente). Nel corso degli anni i 2 criteri si sono ridotti alla sola età anagrafica e quindi ogni anno veniamo depredati di 300 milioni euro. I miei colleghi se ne fregano perché per non perdere soldi non guardano in faccia a nessuno, c’è un blocco di potere del tutto indifferente alla correttezza dei criteri”.

A precisa domanda di Vespa sul ruolo dei presidenti di Regione, De Luca risponde così: Io faccio le ordinanze, io sono soggetto attuatore e trasferisco le ordinanze. Sono le forze dell’ordine che devono garantire il rispetto delle leggi, quindi il Ministero dell’Interno e per i comuni la Polizia Municipale. Il lunedì sera a Mondragone sono scappati 19 soggetti, ho chiamato il Ministro dell’Interno e detto: vogliamo fare sul serio? Perché la Polizia Municipale non era intervenuta, due pattuglie della polizia di Stato erano impegnate nel carcere di Santa Maria Capua Vetere. Ho chiesto l’intervento dell’esercito perché parliamo di 800 persone. L’Italia rimane il paese del fare finta, come quando si dice ok facciamo la movida ma manteniamo due metri, si sa che è una grande palla. Per le scuole dicono che dobbiamo mantenere un metro da bocca a bocca, possiamo fare solo gli screening di massa e le mascherine, punto. Non credo alle fesserie”.

Infine, il governatore della Campania rivendica ancora una volta che “la Regione Campania ha approvato un piano socio-economico del valore di 1 miliardo e fatto arrivare in due settimane i contributi a 130mila imprese. E sono orgoglioso di aver dato a 230mila pensionati pensioni più alte, siamo in Campania, una terra che rischia l’usura. Avevamo il dovere di salvare la vita delle persone e impedire che la delinquenza organizzata mettesse le mani sulle imprese”.

- Advertisement -

Ultime Notizie

Corso Umberto: scippa la borsa ad una donna, arrestato

I poliziotti, mentre raggiungevano il posto,  hanno visto in via Marvasi una donna che stava rincorrendo un giovane e, dopo averlo inseguito, lo hanno...

Un poker con la maglia di Diego: il Calcio Napoli annienta la Roma 4-0

Insigne realizza il primo gol su punizione, Fabian Ruiz, nella ripresa raddoppia. Poi Mertens e Politano chiudono una partita dominata dagli azzurri Il posticipo serale...

 Napoli: festa abusiva in hotel al corso Umberto. Multe per 19 persone

Nell’area comune della struttura, adibita a discoteca, vi erano diversi giovani intenti a ballare, tutti assembrati e privi della mascherina. Ieri sera gli agenti del...

Miano: sorpresi in una sala scommesse aperta. Chiuso il locale per 5 giorni

Miano: sorpresi in una sala scommesse aperta. Sono stati multati i clienti e il gestore. Il locale resterà chiuso per 5 giorni. Ieri sera gli...

Avellino, non si ferma all’alt dei carabinieri e si schianta contro due auto

Cronaca di Avellino: Non si ferma all'alt dei carabinieri e nella fuga si schianta contro due auto in sosta. L'automobilista è stato arrestato.  È accaduto...