Scampia, apre il ristorante solidale: cena a un euro dedicata al pomodoro

1126
Scampia, apre il ristorante solidale: cena a un euro dedicata al pomodoro

Napoli Nord: stasera a Scampia l’inaugurazione del ristorante solidale (frutto della rete tra Chipa Group, Le Vele e tante associazioni).

Scampia e Napoli Nord scendono ancora una volta in campo per i più bisognosi. Questa sera (ore 20) ci sarà il taglio del nastro di una bellissima iniziativa: il ristorante solidale. Questo luogo di aggregazione, sito in via Gobetti, è frutto della straordinaria cooperazione della Chipa Group e dell’associazione Le Vele, promotrice dell’iniziativa insieme a diverse associazioni e parrocchie cittadine. Una volta al mese, verrà offerta, al prezzo simbolico di un euro, una cena completa a ben 120 persone.Scampia, apre il ristorante solidale: cena a un euro dedicata al pomodoro L’obiettivo è quello di dare una risposta al disagio e all’emarginazione con serate a tema sulla cucina mediterranea. Per la serata inaugurale, protagonista sarà il pomodoro. Ai fornelli ci sarà Pino Catuogno, chef e presidente dell’associazione Le Vele, motore dell’iniziativa insieme ad Abili Oltre, Fondazione A Voce d’e Criature, associazione Stefano Jovele, comunità di Sant’Egidio, Camminare Insieme ed il Centro MaMu. Realtà associative che hanno deciso di intraprendere questa nuova avventura insieme alla ChiPa group di Pasquale Chiappetti, che nel 2007 ha acquisito l’ex-area del mercatino rionale ai piedi della Vela Rossa.

Nel corso della serata, si presterà ai fornelli anche don Luigi Merola, partecipe alle attività con la sua fondazione, ci sarà un momento “didattico” di racconto della storia del pomodoro, delle sue infinite declinazioni nella cucina ma ci sarà spazio anche per lo spettacolo, con la giovanissima classe di tammorra del centro MaMu.

Il ristorante solidale guarda molto avanti, ponendosi obiettivi molto ambiziosi:Comune di Napoli, Scampia: una petizione contro la demolizione delle veleGrazie a queste cene -dichiara a Grandemapoli.it Pasquale Palladino dell’associazione Le Vele- vorremmo non soltanto diffondere un messaggio di consapevolezza sul cibo e sulla dieta mediterranea, ma anche associare impegno e animazione sociale. Vorremmo coinvolgere produttori, agricoltori, per informare soprattutto i ragazzi del territorio, appassionarli e creare anche noi, qui, degli orti urbani, delle autoproduzioni. Se riusciamo a fare di questo luogo un punto di riferimento ed aggregazione aspiriamo a creare anche nuovi posti di lavoro per i ragazzi di Scampia”.

L’ennesima dimostrazione di attivismo da parte di un territorio, quello di Scampia e di tutta l’VIII municipalità partenopea, tante volte bistrattato ma che ha tanto da dare, per una rinascita sempre più rafforzata dal concetto di rete, con l’unione che grazie al ristorante solidale ha fatto ancora una volta la forza.