03-12-20 | 10:43

Schiume in mare a Baia Domizia, primi risultati dei prelievi

Home Cronaca di Caserta Schiume in mare a Baia Domizia, primi risultati dei prelievi
- Advertisement -

Notizie più lette

Ampio successo per il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile

Torna al successo il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile. Battuto 4-0 il Nebrodi, riparte la corsa al quarto posto. Torna al successo il Napoli Carpisa...

Torino, la moglie lo allontana: lui va in auto e si dà fuoco

Ultime notizie di cronaca italiana. Dopo aver litigato con la moglie si è rinchiuso nella sua auto e ha appiccato le fiamme alla vettura. La...

Coronavirus a Caserta, buone notizie: sono in netto aumento i guariti

Coronavirus a Caserta: in aumento il numero di guariti dal Covid 19 (una ventina negli ultimi giorni). Buone notizie sull’emergenza Coronavirus nel Casertano, dove sono...

Ultime Notizie: Bacoli, è polemica sui rifiuti trasferiti in area di sosta

Ultime Notizie Fa discutere a Bacoli la procedura di trasferimento dei rifiuti eseguita in città, in un'area di sosta pubblica. L’attivista Nestore Antonio Sabatano, presidente...
5a9fa1d6595dda5678b20c716ed74260?s=120&d=mm&r=g
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

I prelievi sono stati svolti lo stesso 22 agosto in diversi punti delle aree interessate dal fenomeno, “Baia Felice” nel comune di Cellole e “Le Vagnole” nel comune di Mondragone.

Sono disponibili i primi risultati dei prelievi effettuati da Arpac a seguito delle segnalazioni, pervenute lo scorso 22 agosto, di schiume in mare lungo alcuni tratti del litorale domizio.

I prelievi sono stati svolti lo stesso 22 agosto in diversi punti delle aree interessate dal fenomeno, in particolare nelle aree denominate “Baia Felice” nel comune di Cellole e “Le Vagnole” nel comune di Mondragone.

Sono al momento disponibili i risultati relativi ai parametri microbiologici Escherichia coli ed Enterococchi intestinali, indici di contaminazione fecale.  Dagli esiti dei prelievi si desume la conformità ai limiti stabiliti dalla vigente normativa.

Per quanto riguarda il fitoplancton e i tensioattivi, gli esiti analitici verranno diffusi nei prossimi giorni, tenendo conto dei tempi tecnici necessari per l’elaborazione dei risultati. Tuttavia non è la prima volta che l’Agenzia interviene lungo il litorale domizio, nel corso dell’attuale stagione balneare, a seguito di segnalazioni di schiume nelle acque costiere. Nei campioni prelevati lo scorso luglio e a inizio agosto è stata riscontrata l’assenza di tensioattivi e una significativa proliferazione di fitoplancton (dinoflagellati e diatomee), in particolare di specie di microalghe non considerate tossiche per l’uomo.

L’Arpa Campania segue costantemente questi fenomeni per assicurare che non siano rischiosi per la salute dei bagnanti. Colorazioni anomale delle acque costiere del litorale domizio furono riscontrate anche nel mese di giugno del 2019. In quella occasione ne fu attestata l’origine naturale e la non pericolosità per i bagnanti.

Sul sito istituzionale dell’Agenzia è stato pubblicato un articolo, curato dai tecnici della UO Mare che illustra il fenomeno delle schiume nelle acque costiere, talvolta riscontrato in Campania, negli ultimi anni, anche in aree classificate di qualità “eccellente” come le due aree interessate dai prelievi dello scorso 22 agosto.

Nella maggioranza dei casi le schiume, le mucillagini o i muchi a flocculi sono dovuti a cause naturali e associati allo sviluppo di microalghe in mare. Alcune condizioni ambientali favoriscono e amplificano questi fenomeni, come lo scarso idrodinamismo, l’assenza di vento, gli apporti di acqua dolce provenienti dalla costa e le alte temperature del mare, come quelle verificatesi in questi giorni. Particolari correnti superficiali possono creare zone di aggregazione dove queste schiume si possono addensare e con il passare del tempo assumere colori che vanno dal bianco al marrone.

Oltre ai prelievi emergenziali, come quelli in questione, l’Agenzia svolge il monitoraggio di routine delle acque di balneazione su 328 tratti di costa, effettuato in base a un calendario mensile come previsto dalla normativa di settore. I risultati del monitoraggio sono costantemente pubblicati sul sito arpacampania.it e diffusi anche attraverso l’app “Arpac Balneazione” per dispositivi mobili.

- Advertisement -

Ultime Notizie

Galleria Vittoria di Napoli, lavori solo alle facciate: riapertura al traffico in estate?

Galleria Vittoria: potrebbe essere l’estate 2021 il periodo in cui verrà riaperta al traffico il tunnel che collega via Acton a via Chiatamone. Uno dei...

Stasera in tv, giovedì 3 dicembre: “Harry Potter e il calice di fuoco” su Canale 5

Ecco la guida dei film in onda sui principali canali in prima serata giovedì 3 dicembre. Scopri cosa sarà trasmesso in anticipo stasera in...

Uomini e Donne, Riccardo Guarnieri tra Roberta e Brunilde

Uomini e Donne, anticipazioni. Riccardo Guarnieri diviso tra Roberta e Brunilde, ma la prima non ha chiuso con Michele mentre la seconda si vede...

Mission Impossible 7: concluse le riprese a Roma. Le prime immagini

Mission Impossible 7, finite le riprese a Roma. Il saluto di Tom Cruise e del regista del film Christopher McQuarrie. Le riprese di Mission Impossible...

Allerta meteo a Napoli, disposta chiusura delle scuole per il 3 dicembre

Il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha firmato un'Ordinanza contingibile ed urgente per la Chiusura delle scuole cittadine per il giorno 3 dicembre...