24-11-20 | 18:47

Prestavano denaro per conto del clan: sequestro di beni a coniugi di Cava de’ Tirreni

Home Cronaca di Salerno Prestavano denaro per conto del clan: sequestro di beni a coniugi di...
- Advertisement -

Notizie più lette

Ampio successo per il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile

Torna al successo il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile. Battuto 4-0 il Nebrodi, riparte la corsa al quarto posto. Torna al successo il Napoli Carpisa...

Torino, la moglie lo allontana: lui va in auto e si dà fuoco

Ultime notizie di cronaca italiana. Dopo aver litigato con la moglie si è rinchiuso nella sua auto e ha appiccato le fiamme alla vettura. La...

Coronavirus a Caserta, buone notizie: sono in netto aumento i guariti

Coronavirus a Caserta: in aumento il numero di guariti dal Covid 19 (una ventina negli ultimi giorni). Buone notizie sull’emergenza Coronavirus nel Casertano, dove sono...

Ultime Notizie: Bacoli, è polemica sui rifiuti trasferiti in area di sosta

Ultime Notizie Fa discutere a Bacoli la procedura di trasferimento dei rifiuti eseguita in città, in un'area di sosta pubblica. L’attivista Nestore Antonio Sabatano, presidente...
23cdab26c88f714dd9afeb2fab1bdf03?s=120&d=mm&r=g
Francesco Monacohttps://www.2anews.it
Francesco Monaco, giornalista. Esperienza dalla carta stampata a internet, radio e tv. Scrittore, il suo primo romanzo: 'Baciami prima di andare'.

Un professionista di Cava de’ Tirreni e la moglie, legati da rapporti con pregiudicati anche appartenenti al clan Zullo, sono stati ritenuti coinvolti in un’attività usuraria.

Hanno prestato denaro per conto del clan, secondo gli inquirenti, e a un tasso usuraio. Indagini della sezione di Salerno della Dia hanno portato a un decreto di sequestro preventivo emesso dal gip di Nocera Inferiore, nel Salernitano, nei confronti di un professionista di Cava de’ Tirreni e della moglie, entrambi coinvolti in un’attivita’ usuraria. Una inchiesta partita dalle dichiarazioni di un collaboratore di Giustizia, rese nell’ambito di parallelo procedimento. I due indagati, a fronte di un prestito complessivo di 160mila euro, si facevano trasferire da un imprenditore edile immobili a Cava de’ Tirreni del valore di 333mila euro, una transazione economica sproporzionata.

L’imprenditore, su commissione di una persona del luogo, aveva ristrutturato un complesso immobiliare con diverse unita’ di proprieta’ di questi, pattuendo come compenso il trasferimento di due immobili, il cui controvalore e’ stato ritrasferito alla coppia, come confermano le intercettazioni ambientali, l’ascolto di persone a conoscenza della vicenda e i riscontri documentali-patrimoniali. Marito e moglie indagati inoltre sono legati da rapporti con pregiudicati anche appartenenti al clan Zullo di Cava de’ Tirreni.

- Advertisement -

Ultime Notizie

Meteo Campania, nel fine settimana torna il maltempo

Meteo Campania: il weekend del 28 e 29 novembre sarà caratterizzato dal ritorno delle piogge anche al Sud. Tra fine novembre e gli inizi del...

Coronavirus in Campania, i dati del 23 novembre: 1.764 nuovi positivi e 2.344 guariti

Coronavirus in Campania: il bollettino di ieri 23 novembre dell'unità di Crisi regionale riporta 1.764 positivi su 13.744 tamponi effettuati. I guariti superano i...

Covid, bando medici per la Campania flop: rinunciano 2 su 3

Negativo il bilancio del bando medici per la Campania della Protezione civile: su 156 domande ci sono state 97 rinunce. Non è positivo il bilancio...

Gomorra 5: Salvatore Esposito e Marco D’Amore salutano i fan dal set (VIDEO)

Gomorra 5: Salvatore Esposito e Marco D’Amore (alias Genny Savastano e Ciro l’Immortale) salutano i fan della serie con un video sui social. I fan...

Scuole dell’infanzia e prime elementari in Campania: in molti Comuni resteranno chiuse

L’ultima ordinanza di De Luca ha disposto la riapertura dal 25 novembre di asili e prime elementari. Se a Napoli si va verso la...