Luigi de Magistris: “Rifiuti? Servono risposte concrete dell’assessorato interessato”

305
Luigi de Magistris: “Rifiuti? Servono risposte concrete dell’assessorato interessato”

Luigi de Magistris: a CRC il sindaco ha parlato del problema rifiuti (evidente in più zone di Napoli). Su Anm: “Non è un problema di fondi”. In arrivo 390 assunzioni in parchi e cimiteri.

In diretta a ‘Barba&Capelli’, trasmissione di Corrado Gabriele in onda su Radio CRC, è intervenuto Luigi De Magistris, sindaco di Napoli. Nonostante le nuove nomine in Asìa (con Maria De Marco nominata presidente), il problema dei rifiuti è sempre evidente in più zone della città, dal Centro alla periferia.Luigi de Magistris: “Rifiuti? Servono risposte concrete dell’assessorato interessato” Da segnalare, ad esempio, che i residenti di via Consalvo (quartiere Fuorigrotta), lamentano la mancanza del ritiro della spazzatura, come anche in corso Vittorio Emanuele (lato Mergellina).Luigi de Magistris: “Rifiuti? Servono risposte concrete dell’assessorato interessato” De Magistris si aspetta risposte concrete da parte dell’assessorato interessato: “Abbiamo un mescolamento dei rifiuti che produce un appesantimento -dichiara il sindaco di Napoli- Non abbiamo un polmone di riserva, quindi, quando gli impianti vanno in crisi, come in questi giorni, ci troviamo in una situazione davvero difficile da gestire. Io sono fiducioso, ma anche molto preoccupato. Per quanto riguarda tutti quelli che stanno sul pezzo da tempo, adesso c’è bisogno di risposte immediate. Sono molto arrabbiato. Ci vuole altro tipo di seduta, non sono risposte che possono essere date dall’assessore competente. Questo non è il momento delle analisi, ci sono sette giorni dinanzi a noi, e in questi giorni la questione va risolta”.

De Magistris su Anm: “Riparare i guasti in attesa dei nuovi treni che arriveranno ad autunno 2020”

Da troppo tempo, la Linea 1 della Metropolitana subisce in più ore nella singola giornata la limitazione della tratta da Piscinola a Dante, “sopprimendo” punti nevralgici per cittadini e turisti come le fermate Toledo, Municipio, Università e Garibaldi. Così de Magistris su Anm: “C’è un amministratore che ha il compito di gestire il tutto. Io, come sindaco, non posso fare più di quanto ho già fatto, ho recuperato un’azienda in crisi e poco finanziata -sottolinea il primo cittadino partenopeo- Ho contrastato attività di sabotaggio, ma se devo mettermi ad aggiustare anche i treni siamo al colmo.Luigi de Magistris: “Rifiuti? Servono risposte concrete dell’assessorato interessato” Ognuno ha le proprie responsabilità e la situazione della metro è molto complicata. Se i treni non arrivano, non migliorerà nulla, quindi, per adesso, dobbiamo cercar di far funzionare quelli che abbiamo. Se ci sono dei guasti, che vengano subito riparati. Non è un problema di fondi. I primi treni li vedremo ad inizio autunno 2020”.

De Magistris: “390 assunzioni all’interno di parchi e cimiteri”

Buone notizie intanto sul fronte assunzioni, visto che “abbiamo dato il via libera all’assunzione di 390 persone all’interno dei parchi, dei cimiteri, in settori, quindi, strategici per la città. Entro la fine dell’anno arriveranno 100 milioni al Comune, così che si inizino i lavori. Un milione di euro per far fronte alle problematiche date dal cambiamento climatico. Dal punto di vista politico si sta facendo il massimo per migliorare, adesso sta anche ad altri assumersi le responsabilità”.Luigi de Magistris: “Rifiuti? Servono risposte concrete dell’assessorato interessato” De Magistris non dimentica inoltre le vertenze Almaviva e Whirlpool: “Io non dimentico le vicende Whirlpool, che mi preoccupano. Non lasciamo indietro nessuno, sto seguendo la vicenda con il Ministero dello Sviluppo Economico -dichiara il sindaco- I tempi non saranno brevi, ma abbiamo più tempo a nostra disposizione. La vertenza ha ricevuto un’attenzione forte da parte del Governo, anche grazie alla partecipazione cittadina. Non è una partita facile, ma noi ci siamo. Bisogna stringersi attorno a questi lavoratori, che hanno lottato con tanta dignità e forza. Fino all’ultimo minuto lotteremo per vincere questa battaglia, quindi non bisogna mollare”.