Crisi governo, Di Maio all’attacco di Salvini: è disperato, governo con Renzi una bufala della Lega

154
Crisi governo, Di Maio all'attacco di Salvini: è disperato

Crisi governo, il capo politico del M5s attacca l’ex alleato: “molti leghisti mi hanno scritto che non sapevano nulla della decisione di Salvini”.

Crisi governo | “Un governo con Renzi, Lotti e Boschi è frutto solo delle bufale della Lega e nemmeno gli rispondiamo. Lanciano bufale per nascondere la coltellata data al Paese”. Così Luigi Di Maio parlando all’assemblea dei gruppi parlamentari M5s alla Camera. “Ho visto che alcuni – prosegue il capo politico del M5s – stanno già facendo proposte a mezzo stampa su aperture ad altre forze politiche. Secondo me è profondamente sbagliato. Noi dobbiamo affidarci al presidente della Repubblica e al percorso istituzionale che vorrà delineare”. In merito a ciò che ha dato il via alla crisi, Di Maio taglia corto. “Non si sa cosa sia successo tra un mojito e l`altro. Hanno aperto una crisi in spiaggia, noi la stiamo portando in Parlamento perché è il luogo democratico dove dibattere”.

Non ci vuole tanto a collegare queste parole con Matteo Salvini, che, secondo quanto riferito da fonti presenti, Di Maio avrebbe definito ormai “disperato” e “molti leghisti mi hanno scritto che non sapevano nulla della decisione di aprire la crisi”. Dunque “spero che nella Lega si apra un dibattito sul disastro che Salvini ha compiuto in pochi giorni e in totale autonomia”. La situazione attuale “è colpa di Salvini e lo si vede anche da alcune interviste rilasciate da altri esponenti leghisti”. Ma “la Lega ha depositato la mozione di sfiducia al Governo e Salvini ha aumentato il livello di attacco nei nostri confronti, ha bisogno di parlare di noi per fare notizia, è disperato”.

La risposta della Lega: “Noi pronti a votare per il taglio dei parlamentari”

Lega che, dal canto suo, secondo quanto riferito da alcune fonti del Carroccio si dice “pronta al voto”, in merito al taglio dei parlamentari, “il PD invece no. Incredibile che i 5Stelle preferiscano Renzi a Salvini, purtroppo la voglia di poltrone e’ piu’ forte della voglia di cambiare”.