lunedì, Dicembre 5, 2022

Parlamento, intesa centrodestra-M5S: Casellati al Senato, Fico alla Camera

- Advertisement -

Notizie più lette

Luigi Maria Mormone
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Parlamento: Casellati e Fico “al posto” di Paolo Romani e Riccardo Fraccaro (i favoriti fino a ieri per le due cariche hanno fatto un passo indietro).

A 20 giorni dalle elezioni del 4 marzo, sta per essere risolto il primo rebus, quello dell’elezione di presidenti delle Camere: al Senato spunta il nome di Maria Elisabetta Alberti Casellati (Forza Italia), mentre il presidente della Camera sarà con ogni probabilità Roberto Fico (M5S). Tale novità giunge dopo il clamoroso strappo di ieri, quando la Lega ha votato Anna Maria Bernini alla presidenza del Senato, spiazzando letteralmente Silvio Berlusconi (che puntava su Paolo Romani, nome non gradito ai pentastellati). Il centrodestra al completo si è poi riunito a Palazzo Grazioli, trovando un nuovo accordo sul nome di Casellati (con Bernini e Romani che hanno quindi fatto un passo indietro).

Roberto Fico: “Tutto il Movimento a disposizione del progetto”

Sul fronte della Camera, invece, Riccardo Fraccaro del M5S (non gradito al centrodestra) ha fatto un passo indietro, con Roberto Fico nuovo candidato. Le votazioni sono in corso e, salvo ulteriori sorprese, dovrebbero quindi essere Casellati (ex componente del CSM) e Fico (ormai ex presidente della Commissione parlamentare di Vigilanza Rai) la seconda e la terza carica dello Stato.Elezioni 2018, M5S: Roberto Fico candidato al Vomero contro SianiHo sentito Salvini, e ha detto che la Camera andrà al M5S– dice Luigi Di Maio aprendo l’assemblea dei gruppi congiunti del M5S- Abbiamo proposto Riccardo Fraccaro. Loro hanno posto un veto su Fraccaro e lui ha deciso di fare un passo indietro per il bene del movimento. Con lui abbiamo tutti un debito”. Interviene anche lo stesso Roberto Fico: “In questo Movimento dobbiamo essere tutti a disposizione del progetto. Arrivare oggi qui è un’avventura meravigliosa. Faremo la votazione, avverrà ciò che avverrà e ci manca poi il tassello del governo con Luigi Di Maio che dovrà essere il nostro premier e dovrà applicare il programma del M5S”. I primi due tasselli del mosaico sono quindi a un passo dall’essere ufficializzati, ora resta il nodo Governo.

 

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie