venerdì, Luglio 30, 2021

Palazzo Firrao a Napoli ospita il Teatro di Cortile

- Advertisement -

Notizie più lette

Palazzo Firrao a Napoli ospita il Teatro di Cortile
Giuseppe Giorgio
Caporedattore, giornalista professionista, cura la pagina degli spettacoli e di enogastronomia

Palazzo Firrao in via Costantinopoli a Napoli ospiterà la seconda edizione di “Teatro di Cortile”. Si parte mercoledì 23 giugno, con Peppe Servillo, Javier Girotto e Natalio Mangalavite in “L’anno che verrà” canzoni di Lucio Dalla.

Nuova luce nel condominio di Palazzo Firrao in via Costantinopoli a Napoli che, dopo essere diventato associazione culturale, accogliendo la proposta del “Teatro Pubblico Campano”, ospiterà la seconda edizione di “Teatro di Cortile”.

Un’iniziativa inserita nella programmazione de “La Campania è Teatro, Danza e Musica”, capace di unire insieme la forza del teatro con quella delle bellezze architettoniche, nel segno di una rassegna con dodici appuntamenti animati da alcuni fra gli attori e i musicisti più rappresentativi della scena partenopea e nazionale.

Presentata in anteprima dal direttore del Teatro Pubblico Campano, Alfredo Balsamo e dai rappresentanti del condominio- associazione di Palazzo Firrao, Licia Caggiano e Domenico Ardolino, la manifestazione dal prossimo 23 giugno fino al 20 luglio. farà rivivere in uno dei più suggestivi palcoscenici monumentali di una città ancora Capitale, la grande emozione del teatro dal vivo.

“Tra i tanti a Napoli- ha detto il direttore Balsamo- Palazzo Firrao accogliendo la rassegna “Teatro di Cortile” avrà la capacità di unire insieme il fascino dei beni monumentali e il piacere dello spettacolo. Una garanzia questa, che assicurerà, anche in caso di uno spettacolo poco gradito, il beneficio di un luogo magico e intriso di emozioni”.

Ed è con queste premesse che riscoprendo il piacere dello stare insieme e della condivisione, nell’antico Palazzo Firrao si partirà mercoledì 23 giugno, con Peppe Servillo, Javier Girotto e Natalio Mangalavite in “L’anno che verrà” canzoni di Lucio Dalla. A seguire, giovedì 24 giugno, sarà la volta della Compagnia Finzi Pasca con “52” uno spettacolo con Pablo Gershanik, ideato diretto da Daniele Finzi Pasca.

Mercoledì 30 giugno, sarà il turno di Fabrizio Bosso, Julian Oliver Mazzariello e Massimo Popolizio in “Shadows. Omaggio a Chet Baker”. Giunti a giovedì 1 luglio, a salire sul palcoscenico sarà Ascanio Celestini con il suo lavoro “Barzellette” con le musiche eseguite dal vivo di Gianluca Casadei. Continuando, martedì 6 luglio ci sarà “L’amaca di domani” di e con Michele Serra, per la regia di Andrea Renzi e mercoledì 7 luglio, “Lettera a chi non c’era” di Franco Arminio.

Cambio di registro, invece, per giovedì 8 luglio quando a palazzo Firrao arriverà Alessandro Haber in “Storie de tango”, con le musiche eseguite dal vivo dal Trio Accord. Uno spettacolo che nel reinterpretare e raccontare il Tango Argentino di Astor Piazzolla, proporrà il popolare attore anche in veste di chansonnier. Un altro grande appuntamento è fissato per domenica 11 luglio, con Moni Ovadia e Dario Vergassola in “Un ebreo un ligure e l’ebraismo”, un incontro tra due filosofie e due modi di fare teatro e comicità.

A completare la rassegna, saranno, mercoledì 14 luglio, Sergio Rubini in “Ristrutturazione” -ovvero disavventure casalinghe raccontate da Sergio Rubini, accompagnato dalle musiche dal vivo eseguite da Musica da Ripostiglio. Giovedì 15 luglio, “Patrizio vs Oliva”, da “Sparviero – La mia storia” di Patrizio Oliva e Fabio Rocco Oliva, con Patrizio Oliva e Rossella Pugliese, per la regia di Alfonso Postiglione.

Domenica 18 luglio, Massimiliano Gallo in “Resilienza 2.0”- comiche istruzioni per risorgere da un disastro e infine, martedì 20 luglio, “Pezzi da museo” drammaturgia e regia di Silvia Ajelli, anche interprete con Federica D’amore, Eletta Del Castillo, Aurora Falcone e Gaia Insenga con la partecipazione straordinaria di Simona Marchini.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie