30-11-20 | 14:30

Il Napoli sbanca San Siro: 2-1 al Milan

Home Sport Il Napoli sbanca San Siro: 2-1 al Milan
- Advertisement -

Notizie più lette

Ampio successo per il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile

Torna al successo il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile. Battuto 4-0 il Nebrodi, riparte la corsa al quarto posto. Torna al successo il Napoli Carpisa...

Torino, la moglie lo allontana: lui va in auto e si dà fuoco

Ultime notizie di cronaca italiana. Dopo aver litigato con la moglie si è rinchiuso nella sua auto e ha appiccato le fiamme alla vettura. La...

Coronavirus a Caserta, buone notizie: sono in netto aumento i guariti

Coronavirus a Caserta: in aumento il numero di guariti dal Covid 19 (una ventina negli ultimi giorni). Buone notizie sull’emergenza Coronavirus nel Casertano, dove sono...

Ultime Notizie: Bacoli, è polemica sui rifiuti trasferiti in area di sosta

Ultime Notizie Fa discutere a Bacoli la procedura di trasferimento dei rifiuti eseguita in città, in un'area di sosta pubblica. L’attivista Nestore Antonio Sabatano, presidente...
5a9fa1d6595dda5678b20c716ed74260?s=120&d=mm&r=g
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

Era una sorta di esame di laurea o di maturità. Troppo spesso nelle partite importanti o scontri diretto, il Napoli aveva sbagliato la partita o era stato particolarmente sfortunato.

di Gianmarco Giugliano – Lo scorso anno a San Siro contro il Milan, il Napoli capì di poter competere per i primi posto, dopo la partita di stasera il Napoli dovrebbe aver capito di poter lottare per lo scudetto. Sarri preferisce Jorginho a Diawara a centrocampo mentre in difesa al centro ci sono Albiol e Tonelli. Nessuna novità in attacco dove la velocità di Mertens, Callejon ed Insigne.

Lo scugnizzo di Frattamaggiore si esalta sull’erba di San Siro e dopo la doppietta dello scorso anno, fa scrivere il suo nome sul tabellino anche stasera. Fantastica ripartenza del Napoli: in tre tocchi in gol. Lancio verso Mertens che appena superato il centrocampo lancia, senza guardare, Insigne. Lorenzo calcia sul secondo palo di destro superando Donnarumma. Pochi minuti ed il Napoli raddoppia. Ancora Mertens lancia Campioni che supera Donnarumma con un tocco sotto le gambe del portiere.

Mezz’ora da grandissima squadra: un capolavoro tecnico e tattico che annichilisce le velleità di un Milan che pure era entrato in campo con grande determinazione. Il Napoli, però, si ferma dopo un clamoroso errore di Mertens solo davanti a Donnarumma.

Il Milan cresce quando il Napoli inizia a calare, ad abbassare l’intensità ed ad essere troppo approssimativo nei passaggi brevi. Un disimpegno errato tra Jorginho e Tonelli favorisce l’inserimento di Kucka che supera Reina con un tocco delicato sul palo più lontano.

allanOra il Milan fa paura! Capace di rimontare Juventus in supercoppa e Torino in campionato, tenta con foga agonistica e baricentro alto di frenare le trame del Napoli. Bonaventura e Suso mettono in difficoltà Strani e Hysaj. Solo un incrocio dei pali all’inizio della ripresa ferma i rossoneri. Sarri, a questo punto, corre ai ripari rinforzando il centrocampo con Diawara e successivamente con Zielinsky al posto di Hamsik. Questi cambi sono quelli che mancarono al Napoli lo scorso anno: il centrocampo, ora, può permettersi di far uscire dal campo la tecnica di alcuni calciatori a favore della maggiore fisicità degli altri. Ed anche quando Allan non ce la fa più , Sarri può permettersi di far entrare Rog, promettente centrocampista croato.

Con i cambi in mediana il Napoli soffre solo il possesso del Milan e gli errori in ripartenza che potrebbero chiudere il match.  Alla fine il possesso palla sarà 57% a favore del Milan ma la prima mezz’ora è stata da applausi. Vince soffrendo il Napoli e, come ricordato da Sarri in conferenza stampa, questa era una delle caratteristiche che mancavano alla squadra.

Tre punti importantissimi che fanno sognare i tifosi partenopei in una settimana indimenticabile tra il ritorno del pibe de oro a Napoli e la vittoria contro il Milan. Dove può arrivare questo Napoli? Forse bisognerebbe chiederlo proprio al Napoli capace di imprimere ritmi e giocate da squadra stellare ed amnesie difensive dovute a troppa sicurezza e sufficienza nelle giocate.

Insigne protagonista di una partita superlativa. Albiol già in forma per il Real Madrid non sbaglia un intervento. Sarri indovina i cambi che spengono il dominio a centrocampo del Milan e Mertens che, stavolta, si trasforma in assistman ed esce dai panni di bomber sbagliando due gol a tu per tu con Donnarumma.

Martedì c’è il quarto di finale di coppa Italia contro una Fiorentina in ottima forma: un impegno importante per volare in semifinale e, semmai, sognare una sfida contro la Juventus in semifinale.

- Advertisement -

Ultime Notizie

Serie A2 Girone Rosso: GeVi Napoli Basket-Benacquista Latina 90-58

GeVi Napoli Basket: i partenopei battono per 90-58 la Benacquista Latina: Coach Sacripanti: “Molto contento del lavoro fatto, Proviamo a creare la "cantera" napoletana”. Seconda...

Circumvesuviana, soppresse 13 corse: la protesta dei pendolari

L'Eav ha scatenato la protesta degli utenti per la cancellazione di ben tredici corse, proprio nel giorno del ripristino integrale del servizio nella fascia...

Boscoreale, paura nella notte: 3 colpi di pistola contro un’abitazione

Sono stati trovati in totale sei bossoli in via Settetermini a Boscoreale, dove sono intervenuti i carabinieri dopo l'esplosione di alcuni colpi d'arma da...

Renato Zero: ecco l’ultimo cd della trilogia “Zerosettanta”

Renato Zero: ecco Volumeuno (l’ultimo dei tre cd che uno dei re della musica italiana ha realizzato in occasione dei suoi 70 anni). Il...

Calcio Napoli, il richiamo di Gattuso: “Serve buonsenso, troppi senza mascherina”

Il tecnico del Calcio Napoli sui tanti assembramenti in città per onorare la memoria di Maradona: "Dobbiamo fare i bravi, altrimenti ne pagheremo le...