Quarantenesimo minuto: notizie su calcio e sport in genere. Mercoledì 8 Aprile

528
Quarantenesimo minuto: notizie su calcio e sport in genere

Notizie di sport e calcio in pillole. Iniziativa solidale da parte Calcio Napoli. Possibile ripresa degli allenamenti il 4 maggio

 

Calcio Napoli

Decisione importante per il Calcio Napoli che decide di mettere in cassa integrazione i propri dipendenti. L’approfondimento nel nostro articolo https://www.2anews.it/napoli-calcio-sport-news/calcio-napoli-dipendenti-in-cassa-integrazione-fino-alla-ripresa-degli-allenamenti.html

Le iniziative della società Calcio Napoli in questo difficile momento, continuano: da Radio Marte si fa sapere che sta per iniziare la SSC Napoli Charity Food per Napoli che porterà, a domicilio, per centinaia di persone bisognose, beni di prima necessità oltre ai gadget.

Il sindaco di Dimaro, Andrea Lazzaroni, ha parlato di un possibile spostamento delle date del ritiro per non perdere l’appuntamento. Anche la questione ritiro sarà da affrontare se si riprenderà a giocare ed a finire il campionato verso agosto.

Calciomercato: sembra che Calcio Napoli ed Inter siano interessati agli stessi giocatori. Vertonghen ed Emerson Palmieri solo sulla lista di entrambi i club oltre al difensore Kumbulla per il quale a gennaio il Calcio Napoli aveva trovato l’accordo con l’Hellas ma non con il giocatore. Per l’attacco, con l’addio di Milik e Callejon sempre più probabili, si cercano profili adatti a sostituirli. Per Lozano dipenderà molto dalle offerte che il Calcio Napoli riceverà.

Serie A

Si inizia a preparare la “fase 2” anche per il calcio. Sembra che il possibile ritorno agli allenamenti per i calciatori possa essere datato 4 maggio. Dalle varie voci di questi giorni, per rientrare in forma, gli atleti avranno bisogno di almeno tre settimane.

L’intenzione è quella di riprendere il campionato e di finirlo: altre strade porterebbero ad infiniti ricorsi nei tribunali.

Basket

Il presidente del Napoli Basket, Federico Grassi, prendendo atto del blocco del campionato non ha nascosto la sua amarezza ed ha affermato: “Ce lo aspettavamo e non c’era altra soluzione. Era chiaro a tutti quello che stava succedendo, ormai non c’erano più le condizioni per proseguire”. Sulla differenza col calcio ha detto: “Ma il calcio è la quarta industria del paese e non si può fermare. Per questo, non so come e quando, credo che prima o poi ricomincerà. Il basket è diverso. Anzi, l’A2 è diversa, perché in A1 ben o male gli interessi economici sono notevoli. La nostra categoria, invece, è un atto d’amore che i presidenti fanno verso questo sport con l’aiuto di qualche sponsor”.