Pallanuoto. La Carpisa Yamamay Acquachiara scavalca i Muri Antichi (14-8)

115
Pallanuoto. La Carpisa Yamamay Acquachiara scavalca i Muri Antichi (14-8)
Manuel Rossa

Pallanuoto. Carpisa Yamamay Acquachiara, Mauro Occhiello: “Volevano fortemente questa vittoria dopo l’immeritata sconfitta di Civitavecchia”.

Trentanove espulsioni, 19 per i padroni di casa, 20 per gli ospiti. L’Acquachiara ne sfrutta 10, i Muri Antichi soltanto 6. E’ una delle chiavi di lettura della partita.
L’altra è l’impressionante potenziale offensivo della squadra di Mauro Occhiello: ogni azione offensiva è una minaccia per gli etnei, che vanno nettamente sotto già al termine della prima frazione di gioco, chiusa dai biancazzurri avanti di tre lunghezze.
E’ micidiale Briganti con l’uomo in più in avvio (2-0), dirompente Langievicz al centro (3-1), precisissimo Mauro che finalizza altre due superiorità per il 5-2 con il quale le due squadre vanno al primo intervallo.
Anche i Muri Antichi non scherzano in attacco e producono una grande mole di occasioni da gol, ma la difesa biancazzurra è più attenta e solida di quella siciliana e tra pali c’è Rossa che in più di un’occasione nega il gol agli etnei, tra i quali si mette particolarmente in evidenza Mario Garozzo: alla fine dell’incontro sarà il miglior realizzatore con 4 gol, alla pari con Stefano Mauro.
Sorretta da un attacco che non perde colpi per tutto l’andamento dell’incontro, la Carpisa Yamamay riesce sempre a tenere a debita distanza gli avversari, che non riescono mai andare oltre il -3. Poi nel quarto tempo i biancazzurri allungano fino al +6 finale (14-8) con un altro gol dal centro di Langievicz, la terza rete di Briganti e il poker di Mauro.
Dice Mauro Occhiello: “Volevano fortemente questa vittoria dopo l’immeritata sconfitta di Civitavecchia e ci siamo riusciti al termine di una partita dai ritmi molto sostenuti, nella quale abbiamo sfruttato bene le superiorità giocando bene anche con l’uomo in meno. Complimenti ai miei giocatori ma anche agli avversari, che non hanno mai mollato per tutta la durata dell’incontro”.

ACQUACHIARA-MURI-ANTICHI 14-8 (5-2, 4-3, 2-2, 3-1)

Carpisa Yamamay Acquachiara: Rossa, De Gregorio Di., De Gregorio Da., Langiewicz 2, Occhiello I. 1, Aiello E. 1, Occhiello Man., Aiello M., Iula 2, Tozzi 1, Mauro 4, Briganti 3, Ronga. All. Occhiello Mau.

Copral Muri Antichi: Ruggieri, Riccioli, V. Nicolosi, Zovko 2, Leonardi, G. Garozzo 1, A. Rojas, M. Garozzo 4, Ercolani, Belfiore, Muscuso, Basile 1, Marangolo. All. Scorza.

Arbitri: Nicolai e Polimeni.

Superiorità numeriche: Acquachiara 10/19, Muri Antichi 6/20. Note: usciti per limite di falli Basile (M) nel secondo tempo, Nicolosi (M) nel terzo tempo, M. Garozzo (M), Ronga (A), Iula (A) e Manuel Occhiello (A) nel quarto tempo.