Calcio Napoli, seconda amichevole: 5-0 al Feralpi

224
Calcio Napoli, seconda amichevole: 5-0 al Feralpi

Calcio Napoli, amichevole a Dimaro: Buon primo tempo degli azzurri sul piano del gioco ma non della finalizzazione. I gol arrivano nella ripresa.

Seconda amichevole per il Calcio Napoli a Dimaro. L’avversario è il Feralpisalò, squadra di Lega Pro che, nell’ultima stagione, ha disputato un ottimo campionato.

Ancelotti ritrova molti big e ritrova, purtroppo, anche la poca concretezza sotto porta nel primo tempo.

Il Calcio Napoli gioca i primi 45′ con la stessa formazione iniziale: Contini, Manolas, Maksimovic, Di Lorenzo, Mario Rui, Callejon, Insigne, Gaetano, Zielinsky, Younes e Mertens.

Assente Milik per un affaticamento muscolare.

Parte benissimo il Calcio Napoli con tantissimo pressing sul possesso di palla avversario: la prima mezz’ora è un monologo in maglia azzurra.

Tra le cose da annotare, la posizione di Younes che gioca, in fase offensiva, da trequartista. Poco convincente, però, la sua prova.

Di Lorenzo gioca molto avanzato anche se gli avversari lasciano pochissimi spazi disponibili: il terzino è apparso molto bravo nel proporsi in fase offensiva ma ha lamentato diverse difficoltà nelle chiusure delle ripartenze avversarie. Ovvio che il feeling con gli schemi di Ancelotti verrà col tempo.

Bene Mario Rui sulla sinistra: il portoghese è dotato di gran tecnica e dialoga con semplicità con Insigne.

A centrocampo nessun acuto di Zielinsky che cerca di dare geometrie alla manovra mentre Gaetano fa vedere, ancora una volta, le sue enormi potenzialità con tocchi di palla deliziosi che divertono la platea.

Manolas, alla sua prima esperienza col Calcio Napoli si limita ad una attenta difesa mentre i compiti di costruire l’azione vengono lasciati a Maksimovic che se la cava piuttosto bene in questa veste e, nel primo tempo, copre benissimo sugli avversari.

Il Calcio Napoli chiude in vantaggio per 1-0 il primo tempo grazie al gol al 5′ proprio di Manolas che su un calcio di punizione dalla sinistra di Mario Rui, colpisce di testa superando l’ottimo portiere avversario, Liverani.

Buone le trame, buone le verticalizzazioni, ottimi i dialoghi in fase offensiva ma, ed è questo il problema principale da risolvere, manca la finalizzazione. Anche oggi si sono viste tantissime azioni ma troppo “cincischiare” invece di concludere. L’unico che non si fa pregare due volte è Mertens ma i suoi tiri sono fuori bersaglio.

Al 37′ anche Contini (ottimo sostituto dei portieri titolari) ha il suo momento di gloria parando col piede una conclusione al volo pericolosissima. Su questa azione il Calcio Napoli si è fatto trovare scopertissimo sulla destra ed il cross, con Manolas, che era andato a chiudere il traversone, ha visto solo Maksimovic a contrastare l’attaccante: grave indecisione difensiva!

Nella ripresa dentro Verdi, Malcuit, Tonelli, Luperto e Hysay.

Verdi affianca Mertens, Malcuit sulla destra, Luperto e Tonelli centrali, Hysaj sulla sinistra.

A centrocampo si sente, comunque, la mancanza di Allan e Fabian Ruiz fermo restando che si attende l’arrivo del promettente Elmas.

Le difficoltà nella finalizzazione fanno capire quanto sia importante riuscire ad acquistare qualche calciatore capace di dare una ventata di concretezza all’attacco del Calcio Napoli.

Al 51′ Callejon calcia di poco fuori dopo la solita bella azione.

Il raddoppio del Calcio Napoli avviene grazie ad un ottimo pressing in attacco: Insigne sfrutta l’errore del difensore e serve Verdi che comodamente appoggia in rete da due passi. 2-0.

Terzo gol di Tonelli che di testa insacca. siamo al 58′.

Spazio anche per Palmiero che sostituisce Zielinsky.

Al 61′ grande iniziativa di Insigne che serve Verdi: è il 4-0.

Molta più concretezza con Verdi che non disdegna di entrare con prepotenza nell’area avversaria sfruttando gli assist dei compagni. Decisamente calata l’attenzione difensiva degli avversari.

Al 64′ entra Tutino per Callejon. Prova senza acuti per lo spagnolo che, però, è sempre presente nella costruzione del gioco e riesce sempre a mantenere una corretta posizione in campo. Al 71’Ancelotti regala al giovane portiere Idasiak la soddisfazione di vestire la maglia del Calcio Napoli al posto di Contini.

Il quinto gol è di Tutino al 83′ sempre servito da Insigne.

Buona prova degli azzurri, bene soprattutto nel pressing offensivo e nel palleggio.