Calcio Napoli, il Milan blocca gli azzurri sullo 0-0

367
Calcio Napoli, il Milan blocca gli azzurri sullo 0-0

Calcio Napoli: Giusto pareggio a San Siro Tra Milan e Napoli. Zielinsky vicino al vantaggio. Ingiusta espulsione di Fabian Ruiz nel finale

Due volte il Milan a San Siro in tre giorni, prima in campionato e martedì nei quarti di finale di Coppa Italia.

Se per il Milan le scelte sono quasi obbligate, per il Calcio Napoli, Ancelotti può contare su una rosa più ampia.

La formazione degli azzurri è la prima cosa da sottolineare: molto offensiva con Insigne, Mertens, Milik e Callejon dal primo minuto… e senza Allan.

Ospina in porta; Malcuit, Albiol, Koulibaly e Mario Rui in difesa; Callejon, Fabian ruiz, Zielinsky e Insigne a centrocampo; Milik e Mertens in attacco.

la prima domanda che sorge spontanea è se il Calcio Napoli riuscirà a mantenere una solidità difensiva pur schierando ben quattro attaccanti e Zielinsky a centrocampo.

Sin dalle prima battute si capisce che la formazione non è affatto sbagliata.

Ancelotti vorrebbe un pressing asfissiante sul possesso palla del Milan ma non sempre, durante la gara, gli attaccanti riescono nell’impresa: Mertens non sempre “dentro” la partita, Insigne piuttosto “molle”, Milik leggermente avulso dal gioco. Benissimo Fabian Ruiz a centrocampo: lo spagnolo a ventuno anni è già padrone del centrocampo. Vicino a lui uno Zielinsky che va oltre la sufficienza, presente in ogni momento della partita e pronto a scoccare il tiro.

il migliore, però, risulterà Malcuit.

Il francese effettua diagonali difensive spesso decisive, si propone in attacco sia con sovrapposizioni sia portando palla e sempre sfruttando la sua velocità.

Per il Milan, alla fine, il migliore risulterà Donnarumma.

Nel primo tempo ci provano Insigne, Zielinsky e soprattutto Callejon che impegna Donnarumma in una parata difficile sul suo palo. Per il Milan ci provano Suso e Chalanoglu senza impensierire Ospina.

La ripresa, dopo i primi cinque minuti di marca rossonera, è decisamente a favore del Calcio Napoli. Il Milan, pur perdendo in freschezza atletica, mantiene una ottima disposizione difensiva. Ci provano Zielinsky, Milik, Callejon ma i tiri dei partenopei trovano sempre ben posizionato Donnarumma.

Nell’analisi della partita non vanno dimenticati due episodi: Doveri sorvola su un aggancio sul piede di Insigne in area (e il VAR non interviene) e, incredibilmente, estrae il secondo cartellino giallo a Fabian Ruiz che non commette alcun fallo di mano punibile a termini di regolamento. Anche Ancelotti, stizzito per l’ennesima espulsione a Milano, viene espulso per proteste.

Finisce 0-0 ed a gioire, a Milano… è il Milan

Questa la considerazione più incredibile: il Calcio Napoli, ormai, è una squadra da affrontare in difesa, anche se giochi a San Siro e ti chiami Milan.

Altra formazione di Ancelotti che supera l’esame: nonostante i tanti attaccanti, la squadra ha mantenuto una solidità difensiva notevole. Dall’altra parte, però, gli attaccanti non sono serviti per scardinare la difesa rossonera.

Martedì si giocherà in Coppa Italia ed allora ecco che, probabilmente, Ancelotti schiererà la formazione di Champions che tanto ha impressionato contro Liverpool e PSG. Il passaggio del turno è fondamentale considerando che il vantaggio sulla quinta è abissale e lo svantaggio sulla Juventus inavvicinabile per tanti motivi.