sabato, Giugno 22, 2024

‘Na bella staggione’ al teatro Trianon- Viviani

- Advertisement -

Notizie più lette

Giuseppe Giorgio
Giuseppe Giorgio
Caporedattore, giornalista professionista, cura la pagina degli spettacoli e di enogastronomia

Nel cartellone del Teatro Trianon Viviani grandi nomi della musica napoletana, giovani cantautori e volti noti del teatro e del cinema. Si partirà il 14 ottobre con il concerto “Napule’s Power per Faenza”.

Partendo dal claim  “Na bella staggione”, il Teatro Trianon- Viviani ha annunciato i temi e gli spettacoli del cartellone 2023-2024. Ed a parlare dal palco dello storico spazio di Forcella, sono stati il direttore artistico Marisa Laurito, il presidente del CdA, Giovanni Pinto, l’ Assessore al Turismo e alle Attività Produttive del Comune di Napoli, Teresa Armato e il consigliere Sergio Colella in rappresentanza del Sindaco Gaetano Manfredi.

“Un teatro sempre più di tutti- ha detto l’assessore Armato- che nel cuore della città si sta trasformando in punto di riferimento per un momento di rinascita culturale nel segno dell’antica tradizione napoletana”.

Con queste premesse, dopo aver ringraziato il governatore De Luca, il CdA e il sindaco Manfredi, il direttore Marisa Laurito ha illustrato la nuova programmazione facendo riferimento a tutte le “sfide appassionate” necessarie per la ricerca della qualità.

Un cartellone, quello pensato per il Trianon che, tra grandi nomi della musica napoletana, giovani cantautori e volti noti del teatro e del cinema,  comprende sessanta spettacoli divisi in sette sezioni, più gli immancabili momenti dedicati all’opera di Raffaele Viviani. Si partirà il 14 ottobre con “Napule’s Power per Faenza” un concerto a sostegno del Mei diretto da Renato Marengo e Lello Savonardo e si continuerà con tanti altri appuntamenti, tra cui quelli del 20 ottobre con “Le armonie” dirette da Antonello Cascone e del 27 ottobre con Massimo Venturiello e Biagio Musella alle prese con “Il signor Puntila e il suo servo Matti” di Brecht.

A novembre, arriveranno Maurizio Casagrande, Francesca Marini, Lorenzo Hengeller, Tommaso Bianco che festeggerà in palcoscenico e in compagnia di Viviani i suoi ottant’anni, e ancora Gnut, il concerto “Io non ci sto” e Gianfranco Gallo con lo spettacolo dedicato alla “Bottega dei Quattro” dal titolo “Reginella”. A dicembre sarà la volta di Luciano Capurro, Vincenzo Comunale e Benedetto Casillo e ancora, di Peppe Barra e Lalla Esposito che a Natale presenteranno la tradizionale “Cantata dei Pastori”.

A gennaio, spazio a Viviani con Nello Mascia e poi con Gigi Savoia, Lalla Esposito, Massimo Masiello e Francesco Viglietti con il lavoro cult “Io Raffaele Viviani”, cui seguirà “La musica dei Ciechi” con Gigi De Luca. A febbraio, tra gli altri, sarà la volta dei “Neri per Caso” e di Raffaello Converso, mentre a completare le proposte e i tanti progetti, arriveranno pure Flo, Pino Mauro, Lino Cannavacciuolo, gli “Osanna”, Pietra Montecorvino, Marco Francini e Veronica Mazza.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie