lunedì, Luglio 4, 2022

Movida a Napoli: De Iesu presenta l’ordinanza in commissione Polizia Municipale e Legalità (VIDEO)

- Advertisement -

Notizie più lette

Luigi Maria Mormone
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Comune di Napoli: l’ordinanza sulla movida firmata dal sindaco Manfredi prevede nei weekend la chiusura dei locali alle 2.

Presentata in commissione Polizia Municipale e Legalità, presieduta da Pasquale Esposito, la ordinanza sulla movida cittadina firmata dal Sindaco Gaetano Manfredi. L’assessore alla Legalità Antonio De Iesu ha spiegato che l’atto avrà il carattere della contingibilità e dell’urgenza e una durata limitata a 4 mesi, a partire da giovedì 17 febbraio.

Prevista la chiusura degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande che ricadono nelle zone maggiormente frequentate- Chiaia-Posillipo, Bagnoli, Vomero, Centro Storico e Ferrovia alle due del venerdì e del sabato e all’una dalla domenica al giovedì. Una scelta necessaria, ha spiegato l’assessore, alla luce delle criticità, sfociate spesso in episodi di criminalità, senza alcun intento punitivo nei riguardi dei gestori dei locali, ai quali va riconosciuta libertà imprenditoriale.

Nell’arco temporale in cui l’ordinanza sarà in vigore, si lavorerà alla stesura del regolamento di sicurezza urbana, lo strumento più adeguato per disciplinare tempi e modalità del divertimento sicuro e contemperare diritti contrapposti, dei giovani al divertimento, dei residenti alla quiete e dei gestori dei locali al giusto profitto. Sarà allora che il Consiglio, cui spetta l’approvazione del regolamento, potrà fornire il suo pieno contributo.

Nell’ambito del Patto per la Sicurezza, poi, si lavora insieme alla Prefettura e a tutte le Forze dell’Ordine al monitoraggio dei sistemi di videosorveglianza già installati, programmandone l’estensione ai luoghi non controllati sulla base delle risorse messe a disposizione dal ministero.

Numerosi i consiglieri intervenuti. Alessandra Clemente (Misto) ha invitato a superare la logica dell’imposizione di limiti orari alle attività, che penalizzano gli esercenti che rispettano le regole, sanzionando invece più severamente quanti somministrano alcolici ai minorenni e potenziando i controlli sulla qualità dei prodotti venduti.

Per Catello Maresca (Gruppo Maresca) la situazione è frutto dell’incapacità della precedente amministrazione di intervenire in maniera decisa e con controlli adeguati. Va ripristinata una situazione di ordine, prevedendo adeguate sanzioni, con la collaborazione di tutte le Forze dell’Ordine.

Concordi sulla necessità di segnali forti che restituiscano serenità ai cittadini e sicurezza a chi vuole divertirsi in modo sano le consigliere Mariagrazia Vitelli (Partito Democratico) e Iris Savastano (Forza Italia). Rosario Andreozzi (Napoli Solidale Europa Verde) ha invitato a non criminalizzare gli esercenti. Serve piuttosto un patto sociale che restituisca prospettive ai giovani e un utilizzo delle risorse del PNRR che consenta a tutti i comuni di avere la propria movida, in modo da decongestionare le strade della nostra città.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -spot_imgspot_imgspot_img

Ultime Notizie