martedì, Gennaio 26, 2021

Inaugurazione della mostra “IN – TAGLIO” a Villa di Donato

- Advertisement -

Notizie più lette

Inaugurazione della mostra “IN – TAGLIO” a Villa di Donato
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.
- Advertisement -

L’Istituzione Internazionale ART1307, presenta per la prima volta a Napoli una mostra collettiva di Richard Aber, Emilia Castioni, Syuta Mitomo, Diane Silver, Nicola Torcoli e Carla Viparelli.

di Carlo Farina – Giovedì 20 aprile, alle ore 19, sarà inaugurata a Villa di Donato una mostra in collettiva promossa dall’Associazione Internazionale ART1307, e curata da Liz Gordon. Per la prima volta, sette artisti provenienti dai tre Continenti, dialogheranno tra loro attraverso questi insoliti e interessanti lavori artistici. Si tratta, in definitiva, di realizzazioni di opere attraverso molteplici materiali chmostra Carla Viparellie, lavorati con una certa tecnica, riproducono l’arte sotto una luce nuova e danno la possibilità al visitatore di esplorare un mondo completamente nuovo. Infatti, le tecniche usate spaziano dalle forbici alle lame, dal rasoio alla taglierina, fino ad arrivare alla sega e al taglio laser. L’azione del tagliare, per poi ricomporlo, dando vita a qualcosa di completamente diverso, è in fondo quello che ognuno di noi sperimenta nelle propria vita. Tutte tecniche insolite ma interessanti, soprattutto perché questa mostra offre la possibilità di osservare contemporaneamente più universi artistici, apparentemente lontani gli uni dagli altri, ma che invece s’integrano perfettamente, attraverso un meraviglioso affresco artistico contemporaneo, che non ha mostra Emilia-Castioni confini. In fondo l’arte è anche questo, una sorta d’indefinibile viaggio verso qualcosa che non ha mai fine. Inoltre i materiali di supporto sui quali è stato applicato “il taglio”, variano dalla carta al tessuto, dal legno al polistirolo. I tre Continenti precedentemente citati, si riferiscono naturalmente ai Paesi d’origine degli artisti, Italia, Stati Uniti e Giappone. Per l’Italia, abbiamo le opere di Nicola Torcoli, che scompone, con il taglio, centinaia di strisce colorate, che vengono poi ricomposte su un telaio senza l’ausilio della colla, conservando un assetto di carattere tridimensionale. Di diversa natura la tecnica usata da Emilia Castioni che, estrapolando sempre attraverso il taR.Aberglio, il soggetto dalle fotografie, lo stesso viene successivamente “magnetizzato”, in modo da poterlo installare casualmente, per creare in questo modo una nuova immagine. Il giapponese Syuta Mitomo invece, crea installazioni con carte multicolore che, tagliate in piccolissimi pezzi, vanno a ricomporre, successivamente, sulle pareti una sorta di “viaggio” ideale. E così via per tutti gli altri artisti, come i californiani  Richard Aber, che usa tessuti piegati e ribattuti, e Diane Silver, che invece usa strisce di carta azzurra per raffigurare uno dei beni più preziosi della terra: l’acqua. Sarà possibile visitare la mostra fino al 15 maggio, 2017.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie