venerdì, Settembre 30, 2022

Il Golfo di Napoli nel quartiere Pignasecca: La geniale idea di Scaturchio

- Advertisement -

Notizie più lette

L’idea è stata realizzata dall’Antica Pasticceria Scaturchio nella Pignasecca ed è stata accolta con grande entusiasmo dai napoletani e sarà imitata anche da altri esercenti del quartiere.

La famosa pasticceria Scaturchio riapre in sicurezza e il titolare Armando accoglie con il sorriso i clienti che ancora timorosi desiderano gustare un caffè e una sfogliatella.

Dopo quasi tre mesi di chiusura lo storico locale nel cuore del centro storico di Napoli (via Porta Medina alla Pignasecca) ha aperto i battenti già da tre settimane e sforna i dolci tipici partenopei con grande ottimismo e allegria.

Da qui è nata l’idea di realizzare un tabellone che raffigura il classico e straordinario panorama della città partenopea che si affaccia sul Golfo di Napoli. Oggi quando esci dalla Cumana e percorri la strada che ti porta verso piazza Carità non puoi fare a meno di voltarti e notare questa enorme immagine che ti riscalda l’anima.

L’idea è stata accolta con grande entusiasmo dai clienti affezionati della storica pasticceria che amano iniziare la giornata con il rituale puntuale della colazione al bar con caffè e cornetto, e perché no? Concludere con una sfogliatella golosa. Non solo. A quanto pare anche altri esercenti vogliono aderire a questa iniziativa e tappezzare, con altri tabelloni che raffigurano le bellezze della città, tutto il muro che delimita l’Ospedale dei Pellegrini.

Armando, il titolare della storica pasticceria, ha ereditato l’attività nata nel 1903. “Non avevamo mai chiuso prima per tanto tempo. E’ stata dura. Per fortuna abbiamo stretto i denti. Siamo ripartiti e non vediamo l’ora di vedere le strade di Napoli nuovamente affollate di turisti. – dichiara sorridente – Stamattina mi sono emozionato nel vedere una coppia di turisti provenienti da Bari entrare nel locale e chiedere due sfogliatelle. Mentre sorseggiavano il buon caffè Miglio mi hanno confessato che erano venuti a Napoli con la voglia di mangiare la pizza e la sfogliatella e che alloggiavano in un B&B nel centro storico. Con le lacrime agli occhi mi sono detto ‘è un segnale di rilancio’“.

La pasticceria si è adeguata alle nuove norme di sicurezza, per accogliere i propri clienti nel rispetto delle misure di igiene a tutela della loro salute: pannelli parafiato trasparenti in lexan posizionati sui banconi, dispenser gel disinfettante, percorso guidato e ingresso per pochi clienti alla volta per controllare la distanza di un metro.

Insomma piano piano si ritorna alla normalità. L’entusiasmo e la voglia di ripartire non manca. Ma per i napoletani c’è sempre quel pizzico di genialità che fa la differenza.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -spot_imgspot_imgspot_img

Ultime Notizie