Napoli Bike Festival 2020: Partenza il 15 marzo dal Circolo Ilva Bagnoli

125
Napoli Bike Festival 2020: Partenza il 15 marzo dal Circolo Ilva Bagnoli

Randonée di Napoli apre la IX edizione del Napoli Bike Festival: partenza il 15 marzo dal Circolo Ilva Bagnoli. Itinerario e tappe in Campania.

La Randonée di Napoli apre la IX edizione del Napoli Bike Festival, ormai diventata una manifestazione culturale di rilevanza nazionale. Si parte con un progetto nuovo dedicato alla passione, bellezza e fatica del pedalare.

Napoli Bike Festival: Percorsi e tappe

Due percorsi cicloturistici da 100 e 200 km, per la Randonnée di Napoli, tappa del calendario regionale delle Randonnée della regione Campania e del RandoTour Magna Grecia.

A partire dalle prime ore della mattina di domenica 15 Marzo, centinaia di ciclisti, provenienti da tutt’Italia, con anche alcune presenze internazionali, assaporeranno la bellezza di pedalare in una Napoli, ancora dormiente e libera da traffico e rumore.

Si partirà infatti dal Circolo Ilva di Bagnoli, mossi al motto dei randonnéeurs “Ne forte, ne piano ma sempre lontano” attraversando oltre 10 Comuni della Città Metropolitana di Napoli, 4 della Provincia di Caserta,  un parco Nazionale quello del Vesuvio, un parco regionale quello dei Campi Flegrei con i suoi quattro laghi compreso il Lago Patria sul litorale Domitio; il Museo e Real Bosco di Capodimonte, il centro storico di Napoli ripercorrendo le strade solcate dal Giro d’Italia nel 2013, per poi salire su al Vesuvio, dove la carovana rosa è salita diverse volte; fino al punto più a Nord sulle sponde del fiume Volturno a Castel Volturno.

Il Vesuvio sarà protagonista con l’ascesa più lunga del percorso e pendenze in media dell’8% ed un panorama mozzafiato. Nel percorso il rapporto con il mare sarà una costante, dal lungomare di Napoli, a quello di Pozzuoli, alla linea di costa del Comune di Bacoli.

Un viaggio a pedali, che ci farà immergere tra l’altro nella storia antica d’epoca romana, con i passaggi per l’anfiteatro Flavio di Pozzuoli, lo stadio di Antonino Pio, ma anche storia attuale, quando i ciclisti si troveranno al cospetto degli enormi murales di Jorit, come quello di Diego Armando Maradona, uscendo dalla città da est.

Punti di ristoro

Il ristoro sul belvedere del Bosco di Capodimonte, con la fontana da poco ristrutturata, sarà un viaggio nel tempo ai fasti dell’epoca di Carlo di Borbone. I tanti chilometri che i partecipanti affronteranno racconteranno le bellezze di Napoli, i suoi limiti e le sue potenzialità, ogni ciclista diventerà testimonial di una modalità di fruizione in chiave turistica, sostenibile, culturalmente stimolante e profonda. La RandoNapoli è anche un viaggio enogastronomico nella storia e cultura delle tradizioni culinarie, dalla mozzarella dop, ai vini flegrei, alle zuppe con legumi antichi ai dolci.

E’ organizzata da Napoli Pedala ed è il primo appuntamento della nona edizione del Napoli bike Festival. E’ un appuntamento dedicato al campione ciclistico Michele Scarponi, infatti con la Fondazione a lui dedicata si lavora ai temi della sicurezza stradale per ciclisti, pedoni e soggetti deboli ed il 23 Febbraio ci sarà la manifestazione nazionale #rispettiamociinstrada a Roma.

Inoltre la promozione del cicloturismo per Napoli oltre ad essere un terreno da esplorare, contribuisce a destagionalizzare i flussi turistici ed a contribuire ad una promozione integrata verso le aree interne della Campania.

Prossimi appuntamenti del Napoli Bike Festival

il 26 Aprile con la ciclostorica “La Vulcanica“ e poi il 17 Maggio con il Village il cui tema è la “Là strada è di tutti” per la prima volta nella “temporary square” completamente pedonalizzata che si allestirà in Piazza del Museo Nazionale, che si affaccia tra il Museo Archeologico Nazionale e la Galleria Principe di Napoli, dove ci saranno prove bici con i migliori marchi e rivenditori campani e nazionali, area dibattiti, gare, concerti, presentazioni libri e tanto altro.