“Fisciano in rosa”, salute e solidarietà

Presentata la seconda edizione dell'evento, si potranno sostenere visite mediche gratuite

233

Presentata a Palazzo di Città, la II Edizione di “Fisciano in Rosa”. Con questo evento si è ben pensato di dare un nuovo volto ai festeggiamenti in onore della donna. Nel corso della conferenza di presentazione sono intervenuti il sindaco Vincenzo Sessa, l’avvocato  Rita Guacci delegata alle Pari opportunità per il Comune di Fisciano e la dottoressa Rossella Sessa ( A.Ge.)

“Questa è la seconda edizione di Fisciano in rosa in occasione della Festa della donna – ha dichiarato il sindaco Vincenzo Sessa , anche quest’anno ci sarà una cena di beneficenza. Mi preme soprattutto ringraziare tutte le associazioni che hanno partecipato e contribuito alla realizzazione dell’evento. Il nostro compito principale è quello di fare rete e squadra“.

“Oggi parliamo sempre di pari opportunità come un concetto bello e cerimoniale ma in realtà si tratta in primo luogo di un concetto da applicare tanto negli enti pubblici quanto nei luoghi di lavoro. Fisciano in rosa – ha aggiunto Rita Guacci, vicepresidente del Consiglio Comunale –

anche quest’anno si riempirà di un contenuto teso a richiamare l’origine storica della Festa della donna. Grazie alla Pro Loco verranno organizzate due giornate. Il ricavato della cena di beneficenza sarà devoluto a dei bambini orfani vittime di femminicidio.

Il Comune di Fisciano resta sensibile al tema del femminicidio che è stato affrontato tramite convegni formativi dal punto di vista legale, giuridico e processuale. Abbiamo anche organizzato eventi per sensibilizzare l’opinione pubblica. Questa volta abbiamo optato per un contributo effettivo di natura economica. Con il sorriso dobbiamo combattere questi fenomeni che purtroppo sono diventati delle vere e proprie piaghe sociali”

“Ringrazio in primo luogo il sindaco per essersi reso disponibile a sposare la nostra causa. Molte volte si parla di femminicidio accendendo i riflettori sul momento in cui l’uomo uccide la propria compagna o moglie – ha spiegato Rossella Sessa –, non pensando ai figli che restano abbandonati a se stessi e condotti in Istituti di accoglienza. Come diceva il Sindaco queste sono tematiche che spengono le differenze sociali e politiche.

E’ una battaglia bipartisan di ascolto e confronto concreto ma grande impegno in prima persona dell’ On. Mara Carfagna partendo dalla Legge sullo stalking alla battaglia che sta conducendo per l’istituzione di un fondo a favore di orfani di femminicidio. Grazie all’Associazione Edela, nella persona della Presidente dottoressa Roberta Beolchi, abbiamo individuato una famiglia affidataria che ha preso in carico due bimbi. Il ricavato della cena di beneficenza che si terrà l’8 marzo, sarà destinato alla coppia affidataria”.

“Abbiamo previsto due giornate da dedicare a questa seconda edizione dell’evento Fisciano in rosa – ha dichiarato il Presidente Pro Loco Fisciano, Donato Aliberti – sabato 9 marzo, dalle ore 8.00 alle 12.00, si potranno sostenere delle visite gratuite a Lancusi, Piazza Regina Margherita.

Sarà possibile svolgere sia una consulenza ostetrica grazie alla presenza della dottoressa Lembo, poi sarà possibile fare uno screening della pressione arteriosa grazie ai volontari della Solidarietà e in ultimo sarà possibile donare il sangue e per questo ci siamo affidati all’Avis Salerno. Sarà una mattinata dedicata alla salute e alla donazione”.