Sciopero dell’industria: operai di Leonardo Nola a sostegno dei lavoratori Whirlpool

795
Sciopero dell’industria: operai di Leonardo Nola a sostegno dei lavoratori Whirlpool

Leonardo Nola: i lavoratori a sostegno degli operai della Whirlpool nello sciopero generale di oggi, giovedì 31 ottobre, dei metalmeccanici dell’area metropolitana di Napoli.

Il ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, ha annunciato ieri che la Whirlpool ha ritirato la procedura di cessione dello stabilimento di Napoli. Un importante risultato per i lavoratori, che oggi, giovedì 31 ottobre, saranno protagonisti dello sciopero generale dei metalmeccanici dell’area metropolitana di Napoli.

Una protesta che a questo punto, come sottolineato da Rocco Palombella (segretario generale Uilm) ha come scopo quello di “chiedere a chiare lettere che il tempo guadagnato con questo armistizio serva a cercare una soluzione vera e definitiva, che parta dal rispetto degli accordi sottoscritti a Napoli e più in generale per tutti gli stabilimenti italiani”.

Questo sciopero è sostenuto da tanti colleghi dei 430 operai di via Argine, a cominciare dai lavoratori RSU FIOM di Leonardo Nola: “Si precisa che vista l’importanza dello sciopero -si legge in un comunicato- la Rsu Fiom Nola per problemi logistici di sito e al fine di garantire l’adesione allo sciopero e la massima partecipazione dei lavoratori ha scelto di utilizzare tutte le 8 ore messe a disposizione delle segreterie territoriali”. La Rsu Fiom dunque “indice il blocco dello straordinario e sarà inoltre presente con un picchetto ai cancelli dello stabilimento”.

Whirlpool, Rappa (Fiom Napoli): “La lotta continua”

La decisione di Whirlpool di ritirare la procedura di cessione e continuare l’attività produttiva anche dopo il primo novembre è un primo passo positivo frutto della lotta delle lavoratrici e dei lavoratori della Whirlpool facendola diventare una vertenza emblematica per il Mezzogiorno e per tutto il paese, determinando una netta presa di posizione dell’intero governo a partire dal ruolo positivo svolto dal ministro Patuanelli“. Lo dichiara il segretario generale della Fiom di Napoli, Rosario Rappa.Sciopero dell’industria: operai di Leonardo Nola a sostegno dei lavoratori Whirlpool Un primo risultato che dimostra che il conflitto può far cambiare anche le decisioni assunte dalle multinazionali. È da qui che bisogna ripartire per arrivare a un accordo in sede ministeriale che in maniera definitiva confermi la missione produttiva dello stabilimento di Napoli di polo unico di produzione di lavatrici Whirlpool, impiegando tutti i lavoratori senza l’utilizzo degli ammortizzatori sociali“, prosegue.

Fino a quando questo non sarà raggiunto la lotta continua e sarà necessario mantenere tutte le iniziative che serviranno, nessuna esclusa. Lo sciopero generale dell’industria e del terziario, promosso da Cgil, Cisl e Uil di Napoli per il 31 ottobre, rappresenta un grande momento di mobilitazione di tutto il territorio partenopeo a supporto della vertenza Whirlpool e di tutte le crisi di Napoli e del Mezzogiorno“, conclude il sindacalista.