Leonardo, Marco Zoff: “2.700 ditte sono troppe. E’ necessario selezionare”

1208
Leonardo, Marco Zoff: “2.700 ditte sono troppe. E’ necessario selezionare”

Leonardo Company, Marco Zoff: “Per continuare a essere nostri partner bisogna investire o rischiare insieme”. 

La Fondazione ICSA e Leonardo Company hanno organizzato un convegno dal titolo “Il grande salto: le PMI dell’aerospazio, difesa e sicurezza tra cultura d’impresa, politiche industriali e innovazione”.

Nel corso del Convegno, che si è svolto a Montecitorio, sono stati  trattati argomenti quali: le culture imprenditoriali prevalenti nel settore, la crescita dimensionale e qualitativa delle PMI, il valore strategico dell’integrazione produttiva, le prospettive settoriali di innovazione tecnologica e organizzativa, le strategie dirette al sostegno delle esportazioni, in definitiva la creazione di un networking delle PMI, in special modo di quelle coinvolte nel comparto aerospaziale.

Uno degli obiettivi del Convegno è stato anche di verificare le potenzialità del programma LEAP2020 (Leonardo Empowering Advanced Partnerships), progettato da Leonardo Company e dedicato a tutte le imprese fornitrici italiane e internazionali che collaborano con il Gruppo, allo scopo di creare con la supply chain relazioni più solide e sostenibili.

Marco Zoff, Chief Procurement& Supply Chain Office di Leonardo, ha ribadito le dichiarazioni di Alessandro Profumo nel corso di uno dei suoi incontri che ha tenuto a Napoli nei giorni scorsi:  “Per continuare a essere nostri partner bisogna investire o rischiare insieme”,  – conferma Marco Zoff – “dobbiamo cambiare l’approccio verso i fornitori, nelle Pmi c’è anche alta tecnologia, come aveva affermato Profumo, ma la frammentazione è troppo alta. Non c’è posto per tutti, 2.700 sono troppi. Dobbiamo selezionare i migliori”.

L’analisi ribadita da Marco Zoff lancia un chiaro messaggio sia alle aziende, che oggi in tutta Italia affiancano Leonardo nelle produzioni, che alle aziende estere partners del Gruppo.

E’ un richiamo al cambiamento auspicato da tempo anche per i grandi players, che spesso arrivano sul mercato come concorrenti”, – anche il Capo della Difesa Raffaele Volpi condivide la linea ribadita da Marco Zoff. – “Questa è una cosa che non mi piace per niente, anche loro forse dovrebbero fare un ‘salto’”.

“Il Grande Salto”, richiesto dai vertici del Gruppo Leonardo, delinea uno scenario futuro diverso selezionando le imprese migliori, con un coinvolgimento diverso più diretto con quelli che potrebbero essere i partners di qualità dell’azienda.