venerdì, Gennaio 21, 2022

Domenico Arcuri sulle mascherine a 50 centesimi: “Non sono io l’unico fornitore”

- Advertisement -

Notizie più lette

Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Domenico Arcuri: il commissario straordinario per l’emergenza Coronavirus ha parlato della situazione mascherine al costo di 50 centesimi (“Già vendute 19 milioni”).

Negli ultimi giorni, molti italiani hanno avuto difficoltà a trovare nelle farmacie le mascherine dal costo di 50 centesimi (prezzo recentemente calmierato), oltre che alcol e guanti.

Una situazione difficile denunciata anche da Federfarma, sulla quale è però intervenuto Domenico Arcuri, che così si è espresso (non senza polemica) sulle difficoltà di approvvigionamento di cui si è recentemente parlato: “Non è il commissario a dovere rifornire le farmacie, né tantomeno i loro distributori. Né il commissario si è mai impegnato a farlo, come non è il commissario a dovere fornire gli associati della ConfCommercio, della Conad, della Coop o di Federdistribuzione -ha dichiarato in conferenza stampa- Il commissario si è impegnato a integrare, ove sia possibile, le forniture che queste categorie si riescono a procurare attraverso le loro reti di approvvigionamento.Domenico Arcuri sulle mascherine a 50 centesimi: “Non sono io l’unico fornitore” Secondariamente, se le mascherine ci sono nei supermercati e non nelle farmacie, c’è un difetto di approvvigionamento rispetto alla qualità della seconda rete, per questo dobbiamo tutti lavorare per porvi riparo.

I cittadini possono andare alla Conad ad andare a comprare la mascherina a 0,5 più l’iva, e questo succede. È capitato a 19 milioni negli ultimi giorni. Il prezzo non c’entra nulla, così come nella grande distribuzione anche nelle farmacie è stato stipulato un accordo per cui il prezzo è stato parzialmente sopportato dal commissario.

Abbiamo emanato un’ordinanza che accelera le forniture, cioè per acquisirne dall’estero. Nessuno -conclude Arcuri- ha mai pensato che il commissario sia l’unico fornitore per le mascherine delle farmacie”.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -spot_imgspot_imgspot_img

Ultime Notizie