Al Bellini fino alla Befana le forti emozioni di “Viva Momix Forever”

528
Al Bellini fino alla Befana le forti emozioni di

I protagonisti di “Viva Momix Forever” lasciano al pubblico il ricordo di una bella esperienza insieme alle tracce di uno spettacolo fatto di bravura fisica  ma soprattutto di sogno e fantasia.

di Giuseppe Giorgio Riportando in scena con il titolo “Viva Momix Forever”, lo spettacolo nato in occasione dei trentacinque anni di attività, la famosa compagnia “Momix”, diretta dal coreografo Moses “Dream Catcher” Pendleton, è tornata al Teatro Bellini di Napoli. Un ritorno più che mai gradito al pubblico partenopeo che, affollando la storica sala  di via Conte di Rivo, ha letteralmente osannato la spettacolare collezione delle più  suggestive realizzazioni dei mirabolanti acrobati-danzatori-illusionisti.

Un emozionante condensato delle loro più riuscite performance, quello offerto al Bellini dal popolare gruppo nato nel 1980, un trascinante pastiche capace di portare in sala  suoni, colori, luci, movimenti corporei e di ipnotizzare gli spettatori.

Al Bellini fino alla Befana le forti emozioni di "Viva Momix Forever"

Suddiviso per singoli quadri, lo spettacolo dalla grande originalità colpisce subito  per la natura delle scelte coreografiche e per la forza muscolare dei danzatori. Tant’è che con  la direzione di Pendleton e la co- direzione artistica di Cynthia Quinn, agli atleti-artisti, Beau Campbell, Jennifer Chicheportiche, Lauren Jaeger, Heather Magee, Jocelyn Wallace, Anthony Boccini, Nathan Davis, Steven  Ezra e Jason Williams, è bastato davvero poco per trascinare i presenti in un mondo animato da mille atmosfere.

Con una minuziosa ricerca dei materiali, dei costumi e degli oggetti scenici che diventano parte integrante degli stessi danzatori ed ancora, con i magici giochi di luce e le tante illusioni ottiche, a partire dal palcoscenico è una serie infinita di piacevoli sensazioni.

O meglio, una lunga serie di percezioni emotive, tra cui, ad assumere dei grandi toni, vi sono anche quelle derivate dalle nudità delle danzatrici trasformate nelle eteree testimoni di  un’estetica intesa unicamente come conoscenza del bello.

Per lo spettatore, in sintesi, novantacinque minuti di spettacolo che, riunendo insieme le emozioni di lavori cult come Momix in Orbit, Momix Classics, Passion, Baseball, Opus Cactus, Sun Flower Moon, fino a  giungere ai più recenti successi di Bothanica e Alchemy ed alle tre nuove coreografie: Daddy Long Leg, Light Reigns e Paper Trails, travolgono decisamente i sensi e la mente.

Danzando tra giochi di illuminotecnica ed indossando a tratti anche dei tessuti fosforescenti assumendo le sembianze delle più svariare creature animali e vegetali, i protagonisti di “Viva Momix Forever” lasciano al pubblico il ricordo di una bella esperienza insieme alle tracce di uno spettacolo fatto di bravura fisica  ma soprattutto di sogno e fantasia.