giovedì, Giugno 20, 2024

Coronavirus, Covid center di Ponticelli: si parte lunedì 20 aprile

- Advertisement -

Notizie più lette

Luigi Maria Mormone
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Ponticelli: la struttura anti Coronavirus all’interno dell’Ospedale del Mare è ormai pronta. Verdoliva (DG Asl Napoli 1): “Separare definitivamente l’assistenza ordinaria da quella per il Covid 19”.

In dirittura di arrivo i lavori (fatti in tempi record) all’Ospedale del Mare di Napoli, tesi alla realizzazione del primo ospedale da campo costruito appositamente per combattere l’emergenza Coronavirus. I protocolli sanitari prevedono per i 72 posti di terapia intensiva in via di allestimento a Ponticelli, 150 unità tra medici, infermieri e operatori socio sanitari.

Come riporta “Il Mattino”, la partenza è prevista per lunedì 20 aprile. A partire dalla settimana prossima, saranno pronti i primi 48 posti letto di due prefabbricati, a cui se ne aggiungeranno altri 24 da attivare la settimana successiva per completare il campo modulare.Coronavirus, Covid center di Ponticelli: si parte lunedì 20 aprile Il Covid center di Ponticelli andrà ad affiancarsi al Loreto Mare, con un obiettivo ben preciso: “Separare definitivamente l’assistenza ordinaria da quella per il Coronavirus – dichiara Ciro Verdoliva, direttore Generale dell’Asl Napoli 1 Centro – per questo i posti di terapia intensiva dei moduli potranno adeguarsi alla necessità di degenze di livello meno critico e per questo occorre concentrare le risorse di organico”.

Covid center di Ponticelli, polemiche su assunzioni a tempo determinato: “Così si impoveriscono i presìdi cittadini”

C’è però polemica sul reclutamento di 34 infermieri a tempo determinato trasferiti al Covid Center. Il sindacato Nursind sottolinea in una nota come “il personale è già in larga parte utilizzato in prima linea nel fronteggiare l’emergenza. La disposizione trasferisce infermieri da presìdi come il pronto soccorso del Vecchio Pellegrini e il San Giovanni Bosco, dove si fronteggia l’emergenza in corso e gli ospedali si reggono su organici ridotti”.Coronavirus, Covid center di Ponticelli: si parte lunedì 20 aprile Secondo il sindacato, la soluzione sarebbe “il reclutamento di infermieri nei comparti dove si sta lavorando meno, come le attività ambulatoriali e i lavoratori dei distretti sanitari”.

Sulla richiesta sindacale, Verdoliva dichiara che “i 34 sanitari reclutati avevano il contratto in scadenza il 31 marzo 2020 e hanno avuto una proroga fino a dicembre, proprio in funzione dell’emergenza Covid per la quale hanno dichiarato la loro disponibilità. L’Asl ha già rafforzato i propri organici, attingendo dalle graduatorie centinaia di infermieri, dunque è stato chiaro a tutti che questo reclutamento era da dedicare all’emergenza Coronavirus e, inoltre, favorirà la loro stabilizzazione”.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie