mercoledì, Novembre 30, 2022

Cori razzisti durante Sampdoria-Napoli, Ranieri: “Chiedo scusa ai tifosi azzurri”

- Advertisement -

Notizie più lette

Francesco Monaco
Francesco Monacohttps://www.2anews.it
Francesco Monaco, giornalista. Esperienza dalla carta stampata a internet, radio e tv. Scrittore, il suo primo romanzo: 'Baciami prima di andare'.

Il tecnico blucerchiato ha chiesto scusa ai tifosi partenopei per i cori razzisti provenienti dalla Gradinata Sud durante Sampdoria-Napoli.

“I cori? Mi dispiace tantissimo, tanto più che sono molto legato a Napoli. Noi siamo bravi e, ripeto, mi dispiace. Chiedo scusa a tutti i tifosi napoletani, evidentemente i nostri tifosi erano arrabbiati con l’arbitro e si sono sfogati con cori che non c’entrano niente”. Così Claudio Ranieri ha commentato nell’immediato postpartita i cori di discriminazione territoriale che dalla Gradinata Sud, cuore del tifo sampdoriano, si sono uditi soprattutto nel secondo tempo.

Il vice di Gattuso: “Vittoria meritata pienamente”

A parlare nel dopo gara per il Napoli non è stato Rino Gattuso, assente per un improvviso problema familiare, ma il suo vice Gigi Riccio. “Una vittoria che alla fine penso sia stata meritata pienamente – ha detto il secondo di Gattuso –. Una gara che però abbiamo messo in discussione dopo il loro primo gol. Fino a quel momento stavamo interpretando molto bene la partita, ma dopo abbiamo perso equilibrio e ci siamo allungati. In questo modo hanno preso fiducia ma non deve succedere visto che non è la prima volta che accade. Dobbiamo riuscire ad essere bravi a tenere botta là dove è possibile e difenderci nel modo migliore cercando di tenere la palla il più possibile”.

Un Napoli che dopo il pareggio della Sampdoria non si è però disunito e, soprattutto, non ha subito il contraccolpo psicologico della doppia rimonta. “E’ stato fondamentale non essere crollati dopo il 2-2 – ha spiegato Riccio –. Ci sono momenti in cui bisogna soffrire e sacrificarsi e il nostro percorso deve passare da queste qualità. Si deve rimanere compatti e deve migliorare ancora la comunicazione tra i giocatori perché in alcuni momenti tutte queste qualità ti rendono ancora più forti”.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie