Cinema, La tana dei lupi vincitore d’incassi del weekend

668
Cinema, La tana dei lupi vincitore d'incassi del weekend

La tana dei lupi è primo per incassi nei cinema italiani. Colpo di scena per Il giovane Karl Marx: terza media copia nel weekend.

La tana dei lupi è il vincitore della domenica e anche del weekend. Il film con Gerard Butler porta a casa ieri 273mila euro che gli permettono di raggiungere quota 934mila euro complessivi e vincere il testa a testa con Ready Player One, che si ferma a 225mila euro, 862mila nel weekend ma che supera i 3,5 milioni complessivi. La tana dei lupi è ispirato senza complessi all’heist movie di Michael Mann (Heat – La sfida). Il film ricalca vagamente l’intrigo e ne riproduce le crepitanti sparatorie, il gunfight imbottigliato nel traffico autostradale e i colpi a raffica sulle carrozzerie delle vetture.

Tra i primi resiste Contromano, che porta a casa 120mila euro, mentre non hanno un buon riscontro né I Segreti di Wind River, né il fenomeno americano A Quiet Place – Un posto tranquillo, che se negli USA hanno ottenuto un successo incredibile e superiore alle attese, da noi deve accontentarsi del quinto posto con poco più di 100mila euro la domenica e un totale inferiore ai 400mila dal giorno della su uscita nelle sale.

Fuori classifica, interessante il dato de Il giovane Karl Marx: nei primi tre giorni di programmazione ha mantenuto costantemente la terza media/copia più alta: €291 giovedì 5/04, €355 venerdì 6/04, €760 sabato 7/04 e con sole con sole 40 sale è al 14mo posto al box office nei tre giorni giovedì/sabato, con un incasso di 60mila euro.

Questa settimana ripartono da oggi i Cinemadays, che vedranno per quattro giorni i cinema aderenti all’iniziativa offrire i film a 3 euro, una formula diversa rispetto a quella adottata l’anno scorso che concentrava tutto nella giornata di mercoledì (e ogni mese). Da giovedì le uscite forti della settimana saranno Rampage e Sherlock Gnomes, mentre potrebbero far bene Io sono Tempesta, Il viaggio delle ragazze, La casa sul mare e Il prigioniero coreano.