lunedì, Maggio 10, 2021

Caserta, dalla Serbia nascosti in un tir: scoperti e soccorsi 5 cittadini afghani

- Advertisement -

Notizie più lette

Caserta, dalla Serbia nascosti in un tir: scoperti e soccorsi 5 cittadini afghani
Francesco Monacohttps://www.2anews.it
Francesco Monaco, giornalista. Esperienza dalla carta stampata a internet, radio e tv. Scrittore, il suo primo romanzo: 'Baciami prima di andare'.

In un’area di servizio all’altezza di Caserta sono stati scoperti all’interno di un camion 5 cittadini afghani, di 4 minorenni, provenienti dalla Serbia.

- Advertisement -

Cinque cittadini afghani sono stati ritrovati dalla polizia stradale di Napoli nascosti all’interno di un semirimorchio con targhe di nazionalità Macedone. La scoperta in un’area di servizio all’altezza di San Nicola la Strada, comune in provincia di Caserta. Dei cinque cittadini stranieri, 4 sono minorenni ed uno dell’età di 21 anni. Gli agenti in servizio all’interno dell’area di servizio, hanno notato dei movimenti del telone di chiusura di un semirimorchio, sebbene lo stesso fosse fermo in quel momento. Aperti i portelloni del veicolo, tra la merce trasportata (pneumatici) erano nascosti 4 giovani.

Fatti scendere dal semirimorchio, è subito stata fornita loro dell’acqua ed assistenza. I ragazzi esprimendosi esclusivamente nella loro lingua, hanno fatto intende intendere che un quinto ragazzo poco prima si era lanciato dal mezzo. Immediatamente gli agenti si sono messi alla ricerca della quinta persona, trovata poco dopo in evidente stato di ipotermia. Subito soccorso e con l’ausilio di una ambulanza è stato trasportato presso il pronto soccorso dell’ospedale di Caserta per le prime cure.

Gli altri ragazzi, invece, sono stati poi accompagnati negli Uffici della Sottosezione Polizia Stradale di Napoli Nord, dove si è provveduto a rifocillarli con cibo e bevande calde. Dopo le formalità di rito, i minori sono stati affidati alla struttura ‘Comete’ di Casoria (Napoli), mentre il solo maggiorenne, richiedente asilo politico, è stato accompagnato, presso un centro di accoglienza della provincia di Caserta. Grazie all’ausilio di un interprete si è scoperto che tutti i clandestini sono saliti a bordo del semirimorchio in Serbia e che durante tutto il viaggio, durato 3 giorni, avevano avuto a disposizione solo una bottiglina d’acqua e una confezione di biscotti.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie