lunedì, Maggio 10, 2021

Caserta, ordinanza del sindaco Carlo Marino: stop agli assembramenti

- Advertisement -

Notizie più lette

Caserta, ordinanza del sindaco Carlo Marino: stop agli assembramenti
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Carlo Marino: il sindaco di Caserta ha firmato una nuova ordinanza con cui ha disposto nuovi provvedimenti restrittivi per contenere il contagio da Covid 19.

- Advertisement -

Il sindaco di Caserta, Carlo Marino ha firmato una nuova ordinanza, concordata nell’ambito del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, che prevede una serie di misure volte a contenere il rischio di diffusione del Covid 19. Nello specifico la ordinanza sindacale n.81 prevede i seguenti punti:

  • fino al 6 gennaio 2021, è vietato il consumo di bevande alcoliche nelle aree pubbliche, aperte al pubblico e soggette ad uso pubblico;
  • nei giorni 19 e 20 dicembre 2020, dalle ore 11.00 alle ore 22:00, ad integrazione dei divieti già previsti dal DPCM 3 dicembre 2020 e dalle ordinanze regionali, il divieto, per più di tre persone esclusi i familiari conviventi, di stazionamento ed assembramento, (fatte salve eventuali code per garantire gli accessi contingentati negli esercizi commerciali) in tutto il territorio comunale;
  • nei giorni 19 e 20 dicembre 2020, su tutto il territorio Comunale, ad integrazione dei divieti già previsti dal DPCM 3 dicembre 2020 e dalle ordinanze regionali: divieto di consumazione di alimenti e bevande, esclusa l’acqua, nei luoghi pubblici ed aperti al pubblico già a decorrere dalle ore 11.00; per tutti gli esercizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti), divieto di asporto di bevande, esclusa l’acqua, già a decorrere dalle ore 11.00.

Qualora, con apposito provvedimento del Ministro della Salute, la regione Campania dovesse essere classificata “area gialla”, sarà consentita l’attività di ristorazione solo con servizio al tavolo, all’interno dei locali e senza possibilità di servizio all’aperto.

Un provvedimento sofferto ma necessario – ha spiegato il primo cittadino casertano – che abbiamo definito con il prefetto, il questore e tutto il Comitato per l’Ordine pubblico, al fine di contenere il contagio ed evitare di disperdere i sacrifici fatti da tutti in questi ultimi mesi. Non possiamo permetterci di vanificare quanto di buono fatto in questo periodo grazie al senso di responsabilità di tutti i cittadini. Il divieto di assembramento per più di tre persone è stato disposto intanto per il prossimo fine settimana ma siamo pronti ad estenderlo, se necessario, anche ai prossimi weekend ed ai giorni festivi e prefestivi. Anche le altre città della provincia stanno valutando la possibilità di adottare analoghi provvedimenti”.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie