18-09-20 | 19:01

Capasso, più metalmeccanica per l’impresa italiana e per il rilancio del Sud

Economia Capasso, più metalmeccanica per l'impresa italiana e per il rilancio del Sud
- Advertisement -

Notizie più lette

Ampio successo per il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile

Torna al successo il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile. Battuto 4-0 il Nebrodi, riparte la corsa al quarto posto. Torna al successo il Napoli Carpisa...

Caivano, 17enne muore in piscina mentre si allena

Il mondo del nuoto è sotto choc. Mario Riccio era tesserato con la società Acquachiara di Pomigliano D'Arco. Franco Porzio: "Una tragedia immane". Mario Riccio,...

Coronavirus, Santobono: Morta bambina di 8 anni affetta da leucemia

Ospedale Santobono: I medici sono in attesa di fare il tampone per verificare il sospetto contagio da coronavirus per ora non confermato. I familiari...

Torino, la moglie lo allontana: lui va in auto e si dà fuoco

Ultime notizie di cronaca italiana. Dopo aver litigato con la moglie si è rinchiuso nella sua auto e ha appiccato le fiamme alla vettura. La...
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

Nel primo semestre 2018 l’incremento della produzione è stato del 4,6%. Simona Capasso (Federmeccanica): “Più metalmeccanica per l’impresa italiana e per il rilancio del Mezzogiorno”. 

Più impresa metalmeccanica per dare più forza al Paese. E’ il messaggio lanciato da Federmeccanica su tutto il territorio nazionale con l’iniziativa ‘I giorni della metalmeccanica’. L’impresa metalmeccanica italiana prosegue nel suo trend di crescita. Nel primo semestre 2018 l’incremento della produzione rispetto al 2017 è stato del 4,6%. I volumi realizzati restano tuttavia inferiori ancora del 22,1% rispetto al periodo pre-recessivo (1° trimestre 2008).

Per Simona Capasso, Vice Presidente Federmeccanica e Presidente della Sezione Industria Metalmeccanica di Unione Industriali Napoli, “occorrono politiche coordinate fra istituzioni nazionali e locali per sostenere gli investimenti privati e quelli pubblici in infrastrutture, creare sistemi educativi in grado di rispondere ai fabbisogni delle imprese di oggi e di domani, ridurre drasticamente il peso della burocrazia, aumentare la flessibilità del lavoro”.

L’impresa metalmeccanica, sottolinea Capasso, “rappresenta l’8% del Pil, quasi il 50% dell’export nazionale. Produce il 100% dei beni di investimento attraverso cui si trasferisce tecnologia a tutti i settori e ai diversi rami dell’economia. E’ insomma, un valore aggiunto del Paese, da tutelare e consolidare ancor di più nel Mezzogiorno”.

Bisogna allora “favorire l’innovazione, ma anche la flessibilità. Il 96% dei lavoratori metalmeccanici sono a tempo indeterminato, e il 40% delle assunzioni a tempo indeterminato nascono dalla trasformazione di contratti flessibili”. Tra gli obiettivi da perseguire, c’è l’incremento della competitività. Il costo del lavoro per unità di prodotto dal 2000 ai nostri giorni è cresciuto del 26%. “Bisogna – dice la Vice Presidente di Federmeccanica – incentivare con detassazione e decontribuzione ogni forma di collegamento tra salari e produttività”.

L’indagine congiunturale di Federmeccanica segnala un buon andamento complessivo per le imprese di settore a livello locale. Nel napoletano l’andamento della produzione nel secondo trimestre è aumentato secondo l’84% degli intervistati, così come il portafoglio ordini, per quasi i tre quarti delle imprese, è segnalato in aumento.

Una delle criticità è data invece dalle difficoltà a reperire sul mercato del lavoro napoletano competenze tecnologiche avanzate, anche sul fronte della digitalizzazione, più avvertita dalle imprese del territorio rispetto alla media nazionale. “Siamo peraltro fiduciosi che questa problematica si andrà riducendo nel prossimo futuro”, dichiara Capasso, “anche grazie al consolidamento del polo tecnologico di San Giovanni e al forte impegno del sistema associativo, di cui è espressione rilevante Campania Digital Innovation Hub”.

- Advertisement -

Ultime Notizie

Calcio Napoli, i numeri di maglia: Osimhen prende la 9, ecco chi raccoglie l’eredità di Callejon

Il Calcio Napoli ha comunicato i nuovi numeri di maglia scelti dai calciatori azzurri per la stagione 2020/21. La maglia numero 9 è di Viktor...

Coronavirus in Campania, i dati del 17 settembre: 208 nuovi positivi

Coronavirus in Campania: il bollettino di ieri 17 settembre dell'unità di Crisi regionale riporta 208 nuovi positivi su 7.460 tamponi effettuati. In Campania 208 nuovi...

Vegas Movie Awards ™ (VMA), premiato l’attore partenopeo Paco De Rosa

Vegas Movie Awards ™ (VMA), Paco De Rosa vince il premio come miglior attore. L’attore partenopeo protagonista del film "Ed è subito sera". Paco De Rosa...

Previdenza, Michelino e Fiorentino (Andoc Napoli) eletti tra i delegati partenopei

Previdenza, Michelino e Fiorentino (Andoc Napoli) eletti tra i delegati partenopei per la Cassa dottori commercialisti. NAPOLI - Il commercialista Mario Michelino, presidente Andoc Accademia...

Scippano turista al Corso Umberto, arrestati 2 marocchini: I NOMI

Una collanina e il portafogli con all'interno mille euro e 2400 corone ceche in contanti il bottino del colpo messo a segno al Corso...