domenica, Settembre 19, 2021

Calcio Napoli, due giorni di riposo e un solo obiettivo: espugnare Torino

- Advertisement -

Notizie più lette

Calcio Napoli, due giorni di riposo e un solo obiettivo: espugnare Torino
Francesco Monacohttps://www.2anews.it
Francesco Monaco, giornalista. Esperienza dalla carta stampata a internet, radio e tv. Scrittore, il suo primo romanzo: 'Baciami prima di andare'.

Per far ricaricare le batterie ai suoi, Maurizio Sarri ha confermato il riposo per i giocatori del Calcio Napoli. Al ritorno la squadra dimostrera’ di non essersi arresa.

Qualcuno diceva che non e’ finita finche’ non e’ finita. Ed e’ questo cio’ che il Calcio Napoli si e’ detto dopo la sconfitta con la Roma di sabato sera. La seconda in assoluto dopo le prime 27 partite di campionato. L’altra, sempre al San Paolo, contro la Juventus. Che, adesso, seppur dietro di un punto, ha la possibilita’ di completare il sorpasso battendo l’Atalanta nel recupero del 14 marzo. Ma non sara’ questo a dare la spallata decisiva al morale della truppa azzurra, che ha tutte le intenzioni di non arrendersi.

E lo vorra’ dimostrare fin da subito. Da domenica sera, per essere precisi. Nel posticipo di San Siro contro l’Inter, che, a causa della tragedia di Davide Astori, ieri non e’ scesa in campo nel derby. E’ stato giusto cosi’. Non avrebbe avuto senso di fronte a quel duro colpo per tutti gli sportivi e i suoi colleghi. Che, pero’, dal prossimo weekend torneranno a correre dietro quel pallone. Proprio come faceva il capitano della Fiorentina. E forse e’ questo il modo migliore per onorarlo.

Calcio Napoli, due giorni di riposo e un solo obiettivo: espugnare TorinoTornare in campo, appunto. E farlo con un solo obiettivo. Quello di credere ancora nello scudetto. Molto probabilmente la Juventus tra 10 giorni si svegliera’ prima in classifica. Rispedendo il Calcio Napoli al secondo posto. Ma quei due punti di distacco non sono la fine del sogno. Anzi. Da ieri, lo scontro diretto all’Allianz Stadium si e’ trasformato da incubo a benedizione. E’ la cosa migliore che potesse capitare agli azzurri. Che adesso sanno di avere la possibilita’ di riprendersi la vetta il 22 aprile. Li’ dove non hanno mai vinto. Ma, d’altronde, se vuoi avere qualcosa che non hai mai avuto, devi fare prima qualcosa che non hai mai fatto.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie