Berlusconi: pensioni di 1000 euro a tutte le mamme italiane

1631
Consultazioni, Salvini:

Silvio Berlusconi rilancia aumento  delle pensioni minime a 1000 euro e la Flat Tax, per riuscire a smuovere l’economia italiana e far ripartire realmente i consumi.

Silvio Berlusconi questa mattina davanti alle telecamere di Agorà, su RaiTre ha ribadito che in caso di vittoria alle elezioni, non teme che le tante promesse fatte in campagna elettorale possano rivelarsi un boomerang per lui e per la coalizione di centrodestra. Berlusconi torna a cavalcare l’onda delle pensioni a 1000 euro e questa volta, promette che l’importo sarà garantito anche a tutte le mamme italiane.

Il leader di FI lo ha annunciato anche nel corso di un comizio alla Coldiretti di Roma, durante il quale ha anche sottolineato l’importanza dell’introduzione della flat tax per la ripresa dei consumi. ‘Abbiamo previsto una pensione di mille euro per tutte le mamme d’Italia’, è con queste parole che l’ex Cavaliere rispolvera una promessa già lanciata qualche mese fa: ‘Noi vogliamo aumentare le pensioni a mille euro. Mi sento male tutte le volte che penso al cambio della lira in euro, è stata tolta la metà del potere di acquisto; dobbiamo poi vedere se è possibile un adeguamento delle pensioni subito dopo i mille euro, per esempio fino a 1500 euro. E inaccettabile che in Italia un italiano su 4 sia povero; oltre 4 milioni sono povertà assoluta’.

Berlusconi: pensioni di 1000 euro a tutte le mamme italianeSecondo Berlusconi l’unica soluzione capace di dare realmente una scossa all’economia italiana, è rappresentata dalla famosa flat tax, da lui stesso promossa: è proprio grazie a questo importante intervento economico-finanziario che vedremo finalmente ripartire i consumi alimentari. Ribadisce più volte che aumenterà le pensioni minime, che saranno portate a mille euro per tutti e via libera dunque alla flat tax, l’aliquota unica al 23% con annesso allargamento a 12 mila euro della “no tax area”. Una volta messo piede a palazzo Chigi l’ex premier è sicuro di riuscire a fare tutto in pochi mesi. Il leader di FI, nel corso del suo comizio ha inoltre dichiarato che una parte del suo programma è in larga parte sovrapponibile al manifesto della Coldiretti. Alle parole di Berlusconi, Vincenzo Gesmundo, direttore generale di Coldiretti, ha risposto offrendo all’ex Cavaliere una forma di Parmigiano e consacrando il momento con un titolo: ‘Il Patto del Parmigiano’.

Quanto all’esito delle elezioni, l’ex premier non ha dubbi. Le larghe intese non saranno necessarie. Quella della grande coalizione, ha detto Berlusconi, “è una preoccupazione che non dobbiamo avere perché i sondaggi e il clima di rispetto, vicinanza e affetto che sentiamo andando in giro fa essere sicuri di riuscire ad avere noi una grande maggioranza sia alla Camera che al Senato con cui applicheremo il programma“.

Secondo l’ex premier “se non ci sarà maggioranza, ma ci sarà, sarebbe assolutamente necessario tornare al voto“. Di sicuro “non ci sarà nessuna possibilità di andare a fare una coalizione con il Pd e la sinistra che ha portato alla rovina dell’Italia: è aumentata la disoccupazione, è aumentata la povertà, sono arrivati 600mila immigrati, aumentate le tasse e il debito pubblico”