Ryanair, il 25 luglio sciopero di 24 ore di piloti e steward

363
Black Friday Ryanair, voli a meno di 10 euro anche da Napoli

Ryanair: i sindacati hanno indetto uno sciopero di piloti e assistenti di volo. In Portogallo, Spagna e Belgio l’agitazione durerà due giorni.

Le sigle sindacali Filt Cgil e Uiltrasporti hanno proclamato uno sciopero di 24 ore di piloti ed assistenti di volo Ryanair basati in Italia, per la giornata di mercoledì 25 luglio. L’agitazione si inserisce in un quadro internazionale di scioperi del personale navigante Ryanair, proclamati dalla maggioranza dei sindacati europei del trasporto aereo, “contro l’approccio della compagnia irlandese verso i propri lavoratori”, fanno sapere i sindacati.Ryanair, il 25 luglio sciopero di 24 ore di piloti e stewardIn Italia rappresentiamo la grande maggioranza di Piloti e Assistenti di Volo Ryanair – proseguono Filt Cgil e Uiltrasporti – ed è inaccettabile che la compagnia, nonostante le sentenze della magistratura ed a dispetto dei più elementari diritti costituzionali, continui a “preferire” unilateralmente interlocutori minoritari. Questo indebolisce il potere negoziale dei lavoratori e impedisce di avviare un tavolo di trattativa ufficiale con le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative che giunga in tempi brevi alla definizione di un contratto collettivo di lavoro, per garantire al personale dignità professionale e salariale, tutele sociali, previdenziali e sindacali”.

Un appello forte anche all’Esecutivo: “Invitiamo i Ministri Di Maio e Toninelli – aggiungono – a far sì che il Governo intervenga urgentemente, affinchè le imprese straniere che operano in Italia rispettino le leggi del nostro Paese e non eludano né le sentenze della magistratura, né i diritti dei lavoratori garantiti dalla Costituzione”.

Gli scioperi annunciati verranno effettuati in base ai regolamenti di ogni Paese e si aggiungono allo sciopero delle ventiquattro ore convocato da un gruppo di un centinaio di piloti irlandesi per il 12 luglio. Se in Italia il personale incrocerà le braccia per 24 ore il 25 luglio, negli altri Paesi europei (Portogallo, Spagna, Belgio) si sciopererà in tutto per 48 ore, quindi nelle giornate di mercoledì 25 e giovedì 26 luglio.