mercoledì, Luglio 24, 2024

#AmbienteNapoli: interventi di recupero urbano alla X Municipalità

- Advertisement -

Notizie più lette

Redazione
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

A Napoli 2017 inizia all’insegna del recupero del decoro urbano in Via Cattolica a Bagnoli, decima Municipalità.

di Maria Sordino – Infaticabile l’attività dell’Assessorato alla Qualità della Vita e alle Pari Opportunità per Napoli e i cittadini: il nuovo anno è cominciato da pochi giorni e già i lavoratori di L.S.U giardini, Cooperativa 25 Giugno e Asìa, sono in azione in Via Cattolica a Bagnoli, per contrastare il degrado e garantire il recupero del decoro urbano del territorio (guarda le foto).

decoro urbano via cattolicaVia Cattolica, una strada abbandonata e tristemente nota per il Parco dello Sport, l’eterno incompiuto: ventitré  ettari di strutture sportive, campi di calcetto, basket, tennis, pallavolo, pista ciclabile, pattinaggio, hockey, skateboard mai entrati in funzione. Non solo. Attività di confronto con i gruppi consiliari della X Municipalità sono iniziati sul fronte decoro, per garantire a Fuorigrotta gli interventi necessari per recuperare la bellezza di un quartiere storico e altamente popoloso della città. Come finora realizzato in altre zone della città, sono previsti innesti di piante nei giardini del quartiere, con la speranza che sia solo l’inizio e che possano seguire a questi interventi, quanto prima, discorsi di recupero e tutela di spazi pedonali.

decoro urbano via cattolicaQualche cenno di storia  Fuorigrotta deve il nome alla sua posizione “al di fuori della grotta”, per il fatto che, sin dall’epoca romana, era collegata da una o più grotte al rione di Mergellina. La prima grotta infatti fu realizzata in epoca romana, la Crypta Neapolitana, non più percorribile per motivi di sicurezza e collega Fuorigrotta con Piedigrotta, nei pressi della tomba di Virgilio. Fino all’epoca fascista è stato un quartiere schiettamente agricolo. Risalgono a quel periodo i primi interventi di urbanizzazione con la creazione del “Viale di Augusto” e della “Mostra d’Oltremare”, l’ampliamento del Rione Duca d’Aosta (1926-29) e l’edificazione della chiesa di Santa Maria Immacolata (1925-28), la costruzione del Rione Miraglia (1928-30).

Ma è soprattutto nel periodo del Boom economico che l’area è diventata oggetto di un notevolissimo insediamento edilizio, a scapito delle residue masserie esistenti, facendo del quartiere una delle aree più densamente popolate della città di Napoli.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie