lunedì, Luglio 15, 2024

Grande Jazz al Teatro Summarte di Somma Vesuviana

- Advertisement -

Notizie più lette

Redazione
Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

Lo scorso 3 febbraio la rassegna ha ospitato il celebre trombettista triestino Enrico Rava. Punta di diamante del Jazz italiano e grande artista internazionale.

di Carlo Farina – Giunta quest’anno alla III edizione, la rassegna musicale Jazz & Baccalà, curata dal batterista Elio Coppola, ha confermato anche per quest’anno il successo di quelle precedenti con un’affluenza di pubblico sempre più crescente e numeroso. Il teatro Summarte di Somma Vesuviana, è ormai una viva realtà, che da anni anima la vita culturale dei comuni vesuviani, proponendo una delle più belle e importanti rassegne di jazz della provincia di Napoli. Grandi nomi caratterizzano ormai da anni questa interessante rassegna che lo scorso 3 febbraio ha visto esibirsi sul palcoscenico del teatro Summarte uno dei più grandi e apprezzati musicisti jazz del vasto panorama musicale internazionale, stiamo parlando di Enrico Rava. jazz somma vesuvianaUn grande uomo e un raffinato artista sempre cordiale e disponibile, come ha giustamente sottolineato la bella e brava Sonia Sodano, nel presentare al pubblico questo prestigioso musicista. Triestino di nascita, molto presto si trasferisce in quella che all’epoca era considerata la metropoli italiana d’avanguardia per eccellenza, Torino. Qui muove i primi passi nel mondo della musica quando Miles Davis, Bud Powell, John Coltrane e altri giganti della musica nera si accingevano ad aprire nuove prospettive ad un’intera generazione di appassionati di jazz. La presenza di Rava al Summarte, ha, di fatto, trasformato per una sera il teatro in qualcosa di veramente magico, trascinando l’eccellente quartetto Elio Coppola 4ET in una simbolica e catartica serata di eccezionale grandezza artistica. Omaggio a Miles Davis. Questo il tema conduttore della serata che è stata dedicata proprio a uno dei più grandi e controversi trombettisti che la musica jazz, abbia mai avuto. La sterminata discografia testimonia la sua fondamentale e centrale presenza nella storia del jazz come il principale artefice della “svolta elettrica” e della successiva sintesi con il rock.jazz somma vesuviana Rava, con la sua forte personalità e la stoffa del leader, ha incarnato perfettamente lo stile di Davis, proponendo, con il flicorno soprano in Si bemolle che, rispetto alla tromba, ha un timbro più scuro e caldo e qualche ottava in meno, alcuni dei suoi più grandi e noti successi discografici come So What, che apre il leggendario album di Miles Davis Kind of Blue. Come Miles Davis, anche Enrico Rava, con le sue fantastiche incisioni, ha attraversato un’importante fetta della storia del jazz italiano e mondiale, collaborando con artisti del calibro di Galliano, Marcotulli, Petrella, Pieranunzi, Gatto, Sellani, Girotto (presente al Summarte lo scorso 26 novembre) fino a Bollani, con il quale ha inciso il bellissimo album The Third Man. Molto nota inoltre anche la sua passione per il bel canto, che l’ha spinto nel mondo del melodramma, incidendo e affrontando un’intera opera: la Carmen di Bizet. Tutti bravi e all’altezza del grande Rava i musicisti che hanno partecipato alla serata, dal polistrumentista Attilio Troiano al Sax tenore al bravo pianista Bruno Montrone fino al padrone di casa Elio Coppola, saldamente attivo con la sua fantastica batteria. Il prossimo appuntamento al teatro Summarte, è fissato per il 17 febbraio prossimo, con Marco Zurzolo e il suo quartetto.   

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie