giovedì, Aprile 25, 2024

Pistoletto: “Voglio vedere e abbracciare chi incendiò la Venere degli stracci”

- Advertisement -

Notizie più lette

Gabriella Monaco
Gabriella Monacohttp://www.2anews.it
Redattrice laureata in 'Lettere Moderne'. Appassionata di Scrittura, Arte, Viaggi e Serie tv."

Il maestro Michelangelo Pistoletto, in occasione dell’inaugurazione della nuova Venere degli stracci in piazza Municipio a Napoli, parla di Simone Isaia. 

“Io non vedo l’ora di vederlo, di abbracciarlo, di sedermi davanti a lui, di incontrarci. E di guardarci negli occhi”. Lo ha detto il maestro Michelangelo Pistoletto, in occasione dell’inaugurazione della nuova Venere degli stracci riposizionata in piazza Municipio a Napoli, parlando di Simone Isaia, il giovane, con problemi di disagio psichico, che lo scorso luglio diede fuoco all’opera.

“Credo – ha aggiunto – che la Venere possa offrire anche a lui una risoluzione: è un individuo che soffre, ed ha compiuto quel gesto per sofferenza e credo debba trovare un sollievo. Penso – ha concluso il maestro – che sia stata una scintilla di dolore che ha dato fuoco a questa Venere e penso che se questo giovane potesse uscire dal carcere potrebbe essere accolto da un’istituzione che dovrebbe curarla e queta istituzione si chiama ‘Scintilla'”.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie