lunedì, Gennaio 24, 2022

Nunzia Schiano domani e domenica al Sancarluccio con “Fèmmene”

- Advertisement -

Notizie più lette

Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

Nunzia Schiano al Nuovo Teatro Sancarluccio, sabato 15 gennaio alle ore 21.00 e domenica 16 gennaio alle ore 18.00, con lo spettacolo “Fèmmene”.

Sarà l’apprezzata e popolare attrice Nunzia Schiano, sabato 15 gennaio alle ore 21.00 e domenica 16 gennaio alle ore 18.00, a continuare la stagione artistica del Nuovo Teatro Sancarluccio con “Fèmmene”.

Grazie all’impegno della direttrice della blasonata sala di San Pasquale a Chiaia, Giuliana Tabacchini, l’amata interprete si presenterà al pubblico con il collaudato lavoro basato sui testi di Myriam Lattanzio tratti da “Nostra Signora dei friarielli” di Anna Mazza. A fare da spalla alle narrazioni della protagonista sarà la stessa Lattanzio con le sue canzoni insieme alla chitarra di Francesco Ponzo e al contrabbasso di Roberto Giangrande.Nunzia Schiano domani e domenica al Sancarluccio con "Fèmmene"

Con la regia Niko Mucci, “Fèmmene” conduce gli spettatori in una galleria umana, una serie di ritratti femminili, di voci di donne: ognuna di esse rappresenta una tessera di quel mosaico complesso ed affascinante che è l’animo umano femminile.

Donne rappresentate nella loro forza e nella loro fragilità insieme. Tableau vivant dove troveranno spazio una mater dolorosa che darà vita ad una nuova Pietà, una ragazza che vive, al di là della sua condizione femminile, la sensazione di guardare il mondo reale attraverso il finestrino di una metropolitana che, nonostante la fermata, non le consentirà mai di “scendere” nel mondo reale che forse tanto reale non è.

Donne violentate nel corpo e nell’anima. E una madre, nume tutelare del focolare domestico che alle prese con i “friarielli”, sorta di totem familiare e allo stesso tempo “tela di Penelope” che non avrà mai fine, affronta i turbamenti dell’equilibrio familiare che le provengono dall’interno.

 

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -spot_imgspot_imgspot_img

Ultime Notizie