martedì, Novembre 30, 2021

Il premio “Penna D’Oro” al giornalista saggista Giuseppe Giorgio

- Advertisement -

Notizie più lette

Redazionehttp://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

Al “Josè Restaurant” di Torre del Greco si è svolta la consegna del premio “PennaD’Oro” al giornalista Giuseppe Giorgio.

Al ”Josè Restaurant – Tenuta Villa Guerra” di Torre del Greco, la premiazione “Penna D’Oro” della delegazione regionale della Campania dell’Associazione Internazionale dei Discepoli d’Auguste Escoffier. Il presidente campano Nicola Di Filippo ha consegnato al giornalista e saggista Giuseppe Giorgio, il prestigioso riconoscimento della “Penna d’oro”.

Un meritato premio per l’apprezzato rappresentante del mondo del giornalismo che, tra carta stampata e televisione, si è sempre distinto per un’informazione intrigante e corretta sui mondi del teatro e dell’enogastronomia.

Una serata all’ombra del Vesuvio, nella magica atmosfera del Miglio d’Oro tra le mura dell’Antica Villa Vesuviana. Per i presenti una grande occasione capace soprattutto di coincidere con la memoria del maestro della gastronomia francese e internazionale Escoffier.

Un genio della cucina elevata a scienza vissuto tra l’Ottocento e il Novecento e definito “Cuoco dei Re, Re dei Cuochi”. Presenti: La famiglia Confuorto e la gentilissima José Guidone del rinomato ristorante stellato di Torre del Greco “José Restaurant”, Nicola Di Filippo, presidente della delegazione campana dell’Associazione Internazionale Disciples D’Escoffier, il Segretario della delegazione stessa, Tina Bianco, la giornalista Santa Di Salvo, firma storica enogastronomica di Il Mattino, e una rappresentanza di chef, discepoli Escoffier tra cui il presidente Apcn Giuseppe Sorrentino, Salvatore e Castrese Taglialatela, Ciro Campanile, Arnaldo Renatti e  Alfonso Falanga  Un’occasione accompagnata in modo eccezionale dalla cena curata dallo chef stellato Domenico Iavarone.

Una serata molto interessante – commenta José Guidone, fondatrice del José Restaurant, a cui si ispira il nome – capace di consacrare l’impegno giornalistico verso la divulgazione della buona cucina e della corretta alimentazione”. Momento di grande emozione per il giornalista Giuseppe Giorgio che ha ringraziato “colleghi presenti, amici chef, il team del José Restaurant e soprattutto L’Associazione Disciples D’Escoffier per l’ambito premio”.

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -spot_imgspot_imgspot_img

Ultime Notizie