19-10-20 | 17:34

Federalberghi Capri, disagi per turisti al Molo Beverello: “Trovare una soluzione”

Home Cronaca di Napoli Federalberghi Capri, disagi per turisti al Molo Beverello: "Trovare una soluzione"
- Advertisement -

Notizie più lette

Ampio successo per il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile

Torna al successo il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile. Battuto 4-0 il Nebrodi, riparte la corsa al quarto posto. Torna al successo il Napoli Carpisa...

Torino, la moglie lo allontana: lui va in auto e si dà fuoco

Ultime notizie di cronaca italiana. Dopo aver litigato con la moglie si è rinchiuso nella sua auto e ha appiccato le fiamme alla vettura. La...

Caivano, 17enne muore in piscina mentre si allena

Il mondo del nuoto è sotto choc. Mario Riccio era tesserato con la società Acquachiara di Pomigliano D'Arco. Franco Porzio: "Una tragedia immane". Mario Riccio,...

Ultime notizie Benevento: 14enne si spara con pistola del padre

Benevento news:  14enne si spara con la pistola del padre, è grave Si esclude il gesto volontario, sarebbe stato un incidente. Un quattordicenne di Vallata,...
5a9fa1d6595dda5678b20c716ed74260?s=120&d=mm&r=g
Redazionehttps://www.2anews.it
2Anews è un magazine online di informazione Alternativa e Autonoma, di promozione sociale attivo sull’intero territorio campano e nazionale. Ideato e curato da Antonella Amato, giornalista professionista. Il magazine è una testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Napoli n.67 del 20/12/2016.

Federalbergi Capri, Sergio Gargiulo: “Per essere davvero utile, la politica dell’emissione online dei biglietti va rivista, così come l’organizzazione degli sportelli di vendita al porto”.

Lunghe file alle biglietterie e turisti disorientati sotto il sole, soprattutto quelli stranieri che sono abituati a girare il mondo e non trovano riscontro altrove di una tale disorganizzazione. Senza contare che la stessa infrastruttura che ospita la biglietteria è insufficiente per ospitare file chilometriche.

E’ questa l’immagine che propone in queste settimane l’area del molo Beverello a Napoli a chi si accinge a raggiungere Capri, Ischia, Procida e le località delle costiere a bordo dei mezzi veloci delle compagnie di navigazione. Una chiara immagine di disorganizzazione per un territorio che vive di turismo e un grave danno per gli operatori turistici delle isole.

La denuncia parte da Federalberghi – Isola di Capri che già nelle scorse settimane aveva sottolineato i disservizi e le carenze dello scalo marittimo napoletano, arrivando a sollecitare l’apertura di un tavolo di confronto in Prefettura, invito non recepito dalle autorità.

I costanti aumenti di arrivi sulle isole imporrebbero un adeguamento dei servizi negli scali portuali, a partire dalle modalità di emissione della biglietteria che pur facendo passi avanti, non riesce a stare in linea con gli sviluppi del mercato – sollecita Sergio Gargiulo, presidente di Federalberghi Isola di Capri – In particolare va rivista la politica della biglietteria online: a cosa serve comprare il biglietto in anticipo se poi bisogna cambiare la prenotazione con lo stesso biglietto allo sportello ed essere quindi costretti a fare comunque una fila? Nell’epoca dell’ecommerce e delle app sul telefonino, non esiste una procedura più veloce per consentire al passeggero di acquistare materialmente il titolo di viaggio?”.

L’altra nota dolente, sempre alle biglietterie, è lo scarso numero di addetti: “A fronte di un considerevole aumento di passeggeri, gli operatori allo sportello non sono quasi mai in numero sufficiente e quindi le file si allungano.

Le indicazioni poi sono poco chiare: abbiamo subito più di una volta lunghe attese a causa di un operatore trattenuto da un cliente che chiedeva spiegazioni o indicazioni in lingua straniera, o  che aveva sbagliato fila e che magari chiedeva ugualmente l’emissione del ticket per non fare un’altra fila e perdere l’aliscafo. Teniamo presente che al porto non è come all’aeroporto dove è chiesto di arrivare con almeno due ore di anticipo sul volo e spesso arrivare mezz’ora prima significa perdere la corsa”.

Non aiuta neanche l’atteggiamento degli addetti alla biglietteria, che hanno sovente un’aria indolente come se stessero lì a fare un favore a chi invece si presenta allo sportello per pagare un servizio.

Come associazioni di categoria e come imprenditori, facciamo sforzi notevoli e impegniamo risorse economiche per qualificare meglio gli addetti ai lavori e migliorare i servizi in termini di professionalità, anche con l’aiuto delle Università. Certi atteggiamenti che riscontriamo al porto, ma non solo al porto, squalificano il mondo del turismo e vanificano in parte gli sforzi che del nostro settore a favore di una comunità che in buona parte vive di turismo”. 

- Advertisement -

Ultime Notizie

Beautiful, anticipazioni puntata 20 ottobre: Flo viene arrestata ma dov’è Thomas?

Anticipazioni Beautiful: la puntata di domani, martedì 20 ottobre, vedrà nuovi colpi di scena nella vicenda che coinvolge Hope, Flo e Thomas Forrester. Le anticipazioni...

Monitoraggio del Covid 19 nelle acque reflue: parte il progetto SARI Campania

SARI Campania per il monitoraggio del Covid 19 nelle acque reflue: convenzione tra Arpa Campania, Centro interuniversitario di previsione e prevenzione dei Grandi RIschi...

Movida a Pompei, apertura oltre l’orario consentito: multa per sette locali

Pompei: sabato scorso la Polizia ha multato sette locali che risultavano aperti oltre l’orario consentito. Sabato scorso gli agenti del Commissariato di Pompei hanno effettuato...

Calcio Napoli, Lorenzo Insigne torna in gruppo

Ottime notizie per il Calcio Napoli dal ritiro di Castelvolturno, dove capitan Insigne è tornato per la prima volta ad allenarsi con i compagni...

Scuole chiuse in Campania, il Tar dà ragione a De Luca

Il Tar dà ragione alla Regione e al governatore Vincenzo De Luca in merito alle scuole chiuse in Campania. Il Tar dà ragione alla Regione...