giovedì, Aprile 25, 2024

AstraDoc, torna la rassegna dei documentari nel cuore di Napoli: venerdì 9 due film sul conflitto in Medioriente

- Advertisement -

Notizie più lette

Gabriella Monaco
Gabriella Monacohttp://www.2anews.it
Redattrice laureata in 'Lettere Moderne'. Appassionata di Scrittura, Arte, Viaggi e Serie tv."

Tutto è pronto per la nuova stagione di “AstraDoc – Viaggio nel cinema del reale”, la rassegna di documentari curata da Arci Movie.

Al via una nuova stagione di “AstraDoc – Viaggio nel cinema del reale”, la rassegna di documentari curata da Arci Movie con l’Università Federico II, Parallelo 41 Produzioni e Coinor, con il patrocinio del Comune di Napoli, e ospitata al Cinema Academy Astra di Napoli.

La XIV edizione prende il via venerdì 9 febbraio 2024 con un doppio appuntamento e due grandi film che raccontano la tragicità della vita del popolo palestinese a Gaza e nei pressi del muro tra Israele e Palestina.

Con questa serata si apre la manifestazione cinematografica che animerà la sala di via Mezzocannone fino a maggio con film e ospiti accendendo i riflettori su tematiche di forte attualità e offrendo spazio all’arte cinematografica nella forma del cinema che guarda alla realtà.

Si parte alle ore 19, evento a ingresso gratuito, con il film “Erasmus in Gaza” (Spagna-Italia, 2021, 88’) di Chiara Avesani e Matteo Delbò, selezionato al Biografilm Festival di Bologna e in numerosi festival internazionali. È la storia vera di Riccardo Corradini, il primo studente italiano ed europeo a compiere un Erasmus nella Striscia di Gaza, per ben quattro mesi, nel 2019. Durante la sua permanenza si legherà ad altri studenti e ai giovani palestinesi restituendoci l’immagine di un popolo soffocato che non perde la speranza.

La proiezione sarà accompagnata dagli interventi di Sara Borrillo, ricercatrice dell’Università Tor Vergata, e di Giovanna Maciariello, consigliere di Arci Campania e vicepresidente di ARCS Culture Solidali.

“Riccardo, il protagonista del nostro Erasmus, è il primo studente occidentale che va a Gaza per imparare: impara il suo futuro lavoro dai chirurghi locali e dai professori dell’Università islamica e impara la resilienza dai suoi amici. Seguendo il suo viaggio dentro una zona di guerra ci siamo proposti di far fare agli spettatori un’esperienza immersiva all’interno della comunità giovanile Gazawi, quella fetta di popolazione che con il suo entusiasmo e la sua voglia di vivere cerca quotidiane strategie, spesso sorprendenti e inaspettate, per resistere all’assedio di cui si ritrova prigioniera.

Al tempo stesso abbiamo provato a raccontare un percorso formativo per mettere in luce come la curiosità dell’altro e lo scambio dei saperi siano una chiave efficace per scavalcare muri, sopravvivere alla violenza e rimanere umani”, dalle note dei registi.

La serata prosegue alle 21 con il film “200 metri” (Pal-Gio-Qat-Ita-Sve, 2020, 86’) di Ameen Nayfeh, al suo esordio alla regia di un lungometraggio, presentato alle Giornate degli Autori della 77a Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia in cui ha vinto il Premio del Pubblico. L’opera si incentra sulla storia di Mustafa che vive separato dalla sua famiglia, ad appena duecento metri di distanza, al di là della barriera israeliana.

Fino a quando, dopo un incidente, gli impediranno di superare il confine per far visita al figlio e quei pochi metri diventeranno chilometri infiniti. Il film sarà introdotto dall’intervento del ricercatore indipendente e scrittore Iain Chambers.

“Sono tanti i ricordi a cui non ho più accesso o su cui, forse, ho paura di soffermarmi troppo. L’oppressione è alienante soprattutto quando ci si abitua alla negazione dei propri diritti fondamentali. Una separazione forzata fa molto male. 200 metri è la mia storia, ma anche quella di migliaia di palestinesi e le storie possono sicuramente cambiare le vite delle persone. Credo nel potere del cinema e nel suo modo di toccare la nostra esistenza con la sua magia. Avevo bisogno di raccontare questa storia”, dalle note del regista.

Questo secondo appuntamento prevede un biglietto di ingresso di 5 euro, ridotto soci Arci 4 euro. L’incasso sarà devoluto, al netto delle spese sostenute, a favore della raccolta fondi “Emergenza Gaza” promossa da AOI per portare aiuti umanitari alla popolazione. La serata fa parte, inoltre, della campagna nazionale Arci “Palestina: con altri occhi. Visioni, parole e suoni per una pace giusta”.

La rassegna di Arci Movie andrà avanti ogni venerdì fino a maggio con ben sedici documentari accompagnati da registi, attori, autori e protagonisti del mondo della cultura, dello spettacolo e delle università. Il Cinema Academy Astra è in via Mezzocannone 109. Per informazioni e curiosità è possibile visitare i canali social di AstraDoc oppure visitare il sito www.arcimovie.it.

AstraDoc, torna la rassegna dei documentari nel cuore di Napoli: venerdì 9 due film sul conflitto in Medioriente

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Ultime Notizie