24-11-20 | 18:57

Whirlpool, una giornata amara: oggi la chiusura dello stabilimento di Napoli

Home Cronaca di Napoli Whirlpool, una giornata amara: oggi la chiusura dello stabilimento di Napoli
- Advertisement -

Notizie più lette

Ampio successo per il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile

Torna al successo il Napoli Carpisa Yamamay Calcio Femminile. Battuto 4-0 il Nebrodi, riparte la corsa al quarto posto. Torna al successo il Napoli Carpisa...

Torino, la moglie lo allontana: lui va in auto e si dà fuoco

Ultime notizie di cronaca italiana. Dopo aver litigato con la moglie si è rinchiuso nella sua auto e ha appiccato le fiamme alla vettura. La...

Coronavirus a Caserta, buone notizie: sono in netto aumento i guariti

Coronavirus a Caserta: in aumento il numero di guariti dal Covid 19 (una ventina negli ultimi giorni). Buone notizie sull’emergenza Coronavirus nel Casertano, dove sono...

Ultime Notizie: Bacoli, è polemica sui rifiuti trasferiti in area di sosta

Ultime Notizie Fa discutere a Bacoli la procedura di trasferimento dei rifiuti eseguita in città, in un'area di sosta pubblica. L’attivista Nestore Antonio Sabatano, presidente...
55f753ac4fd0bf9dc9150b50d12da632?s=120&d=mm&r=g
Luigi Maria Mormonehttps://www.2anews.it
Luigi Maria Mormone, cura la pagina di cronaca su Napoli e provincia, attualità e sport (pallanuoto, basket, volley, calcio femminile ecc.), laureato in Filologia Moderna, giornalista.

Whirlpool: gli operai dello stabilimento di via Argine hanno passato la scorsa notte in fabbrica. Proposta di de Magistris: “Rendere lo stabilimento partenopeo la prima fabbrica bene comune d’Italia”.

È arrivata la data di sabato 31 ottobre, che per 430 lavoratori rappresenta il giorno della chiusura dello stabilimento Whirlpool di Napoli.

Dopo più di un anno e mezzo di lotta tra tante incertezze, il destino degli operai dello stabilimento di via Argine sembra amaramente scritto. Ad oggi, non sono bastate le infinite trattative al Ministero dello Sviluppo Economico (con al tavolo prima Luigi Di Maio e poi Stefano Patuanelli), i presìdi degli operai allo stabilimento di via Argine, né tantomeno gli scioperi, i blocchi stradali e l’intervento di Regione Campania (pronta a mettere a disposizione fino a 20 milioni di euro per invitare l’azienda a restare) e Comune di Napoli per far cambiare idea ai vertici della multinazionale.Whirlpool, una giornata amara: oggi la chiusura dello stabilimento di Napoli In questi giorni, i sindacati di categoria hanno nuovamente sollecitato il Governo ad un intervento deciso sulla multinazionale per scongiurare la cessazione delle attività produttive: il premier Giuseppe Conte ha assicurato che il Governo “farà di tutto per i lavoratori.

Intanto, come riporta “Repubblica”, numerosi lavoratori hanno passato la notte nell’addiaccio, accendendo il fuoco nel cestello di una lavatrice e atteso che spuntasse l’alba dell’ultimo giorno in fabbrica. E stamattina, gli operai hanno indetto una assemblea pubblica.

Napoli non molla” (recita l’ormai famoso slogan degli operai dello stabilimento di via Argine), ma è chiaro che il futuro di 430 lavoratori, i quali stanno rivendicando da un anno e mezzo il rispetto degli accordi di ottobre 2018, è appeso a un filo.

De Magistris: “Whirlpool di Napoli può diventare la prima fabbrica bene comune d’Italia”

Ieri sera, il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha partecipato con due operai allo spegnimento delle luci delle stanze e della facciata di Palazzo San Giacomo in segno di solidarietà dopo la notizia della chiusura della fabbrica Whirlpool di via Argine.

Il primo cittadino lancia una proposta: “La città -dichiara il primo cittadino partenopeo- vuole continuare a fare la sua parte. Il governo si è arreso alla Whirlpool ed è una sconfitta, soprattutto dopo che la multinazionale aveva firmato un accordo.Whirlpool, una giornata amara: oggi la chiusura dello stabilimento di Napoli Questa è stata una battaglia di grande civiltà e dignità che ha visto la città di Napoli unita. Abbiamo però lavorato a un’alternativa, quella di far diventare lo stabilimento napoletano della Whirlpool la prima fabbrica bene comune d’Italia.

Governo, Regione e Città Metropolitana acquisirebbero le quote della Whirlpool, in cui facciamo entrare i lavoratori come protagonisti ed eventuali soggetti privati pronti a mettere liquidità”.

- Advertisement -

Ultime Notizie

Meteo Campania, nel fine settimana torna il maltempo

Meteo Campania: il weekend del 28 e 29 novembre sarà caratterizzato dal ritorno delle piogge anche al Sud. Tra fine novembre e gli inizi del...

Coronavirus in Campania, i dati del 23 novembre: 1.764 nuovi positivi e 2.344 guariti

Coronavirus in Campania: il bollettino di ieri 23 novembre dell'unità di Crisi regionale riporta 1.764 positivi su 13.744 tamponi effettuati. I guariti superano i...

Covid, bando medici per la Campania flop: rinunciano 2 su 3

Negativo il bilancio del bando medici per la Campania della Protezione civile: su 156 domande ci sono state 97 rinunce. Non è positivo il bilancio...

Gomorra 5: Salvatore Esposito e Marco D’Amore salutano i fan dal set (VIDEO)

Gomorra 5: Salvatore Esposito e Marco D’Amore (alias Genny Savastano e Ciro l’Immortale) salutano i fan della serie con un video sui social. I fan...

Scuole dell’infanzia e prime elementari in Campania: in molti Comuni resteranno chiuse

L’ultima ordinanza di De Luca ha disposto la riapertura dal 25 novembre di asili e prime elementari. Se a Napoli si va verso la...